Borussia Dortmund rivelazione: i ragazzini terribili di Favre comandano in Bundes e hanno fatto meglio della Juve in Champions

Borussia Dortmund rivelazione: i ragazzini terribili di Favre comandano in Bundes e hanno fatto meglio della Juve in Champions

Quattro gol rifilati all’Atletico nell’ultima gara di Champions, in testa alla Bundes e al girone di coppa

di Antonio Servidio, @AntoServidio94

Lucien Favre sta riportando il Borussia Dortmund indietro nel tempo, ad essere la squadra rivelazione della Champions League come quando veniva allenata da Jurgen Klopp. Comanda in Bundesliga con 4 punti in più del Bayern Monaco e nel proprio girone di Champions con un +3 sull’Atletico del Cholo Simeone.

LE RIVELAZIONI- Jadon Sancho è sicuramente una delle rivelazioni di questo avvio di stagione del Dortmund. Cresciuto nelle giovanili del City, di recente è stato il primo millenial ad esordire con la nazionale inglese, ha già il record europeo di assit in campionato (6), il tutto nonostante Favre lo dosi in piccole porzioni facendolo giocare sempre negli ultimi sprazzi di gara. Al talento del classe 2000 si aggiunge quello del diciannovenne Achraf Hakimi, terzino ex-Real Madrid che gioca sia a destra che a sinistra e che contro l’Atletico ha realizzato ben 3 assist per i compagni. Chi è invece alla ribalta da più tempo è Guerreiro, 24 anni, nasce terzino di sinistra ma finisce per fare tutta la fascia e così non è raro vederlo impiegato anche a centrocampo: nel rotondo 4 a 0 rifilato ai “colchoneros” ha contribuito con una doppietta. Da non dimenticare, poi, un altro giovane della scuderia del Dortmund: Christian Pulisic, 20 anni, americano, nato terzino e diventato poi ala a tutti gli effetti, ha segnato anche lui sia in Bundes che il Champions e su di lui avrebbe già messo gli occhi il Manchester City.

IL MIX CON L’ESPERIENZA- La logica con cui è stato costruito questo Borussia è quella di una squadra che sapesse abbinare il coraggio dei giovani al pragmatismo dei più esperti e così oltre ai ragazzini terribili, Favre deve gestire anche giocatori che hanno già vissuto il momento apicale della propria carriera, punto da cui sono stati costretti a scendere: è il caso di Paco Alcacer, flop al Barcellona che adesso si è rilanciato con 7 gol e la vetta della classifica marcatori in Bundes, oltre a questo ha segnato i suoi primi 6 gol in soli 81 minuti giocati. La rinascita dello spagnolo si affianca a quella di Axel Witsel, vicinissimo prima al Milan e poi alla Juventus, il belga aveva scelto l’esilio in Cina prima di essere cercato dal Dortmund che ora lo ha messo al centro del progetto. A tutto ciò c’è da aggiungersi la linfa del rinato Reus, dai “no” importanti detti ai top club europei che nel suo miglior momento volevano strapparlo al Dortmund a un periodo di flessione, prima di Favre con cui ha già segnato 5 gol in campionato.

Ben 8 gol fatti e 0 subiti in Champions, meglio anche della Juventus e la promessa di provare a ripercorrere il cammino meraviglioso che nel 2013 portò in finale il “muro giallo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy