Ligue 1, miniera d’oro di talenti: ecco i giovanissimi pronti a sbocciare quest’anno

Ligue 1, miniera d’oro di talenti: ecco i giovanissimi pronti a sbocciare quest’anno

Occhi puntati sul campionato francese, che vedrà protagonisti molti dei giovani più intriganti nel panorama europeo

di Alex Pinna

Da Mbappé a Matuidi, passando per Kanté, Pavard, Umtiti, Varane e Giroud: tantissimi tra i protagonisti del successo mondiale francese in Russia hanno mosso i loro primi passi in Ligue 1, campionato che ogni anno non manca mai di lanciare nel grande calcio internazionale molti dei profili più interessanti in circolazione. Anche questa stagione i radar di parecchi big club sono puntati sul massimo campionato di Francia, pronti a seguire una larga schiera di giovani che potrebbero arrivare, nell’arco della competizione, ad un importante salto di qualità.

Tanta curiosità attorno al gioellino William Geubbels: appena 17enne, il baby prodigio francese è stato acquistato dal Monaco per una cifra pari a 20 milioni di euro, “quanto basta” per convincere il Lione a privarsi di uno dei pezzi pregiati del proprio vivaio. Trattativa molto simile a quella che, 8 mesi fa, portava il “nostro” Pietro Pellegri da Genova al Principato. Al millennial italiano sono bastati 30 minuti quest’anno per sbloccarsi con il club monegasco; entrato a gara in corso contro il Bordeaux, l’ex attaccante rossoblù ha siglato una bella rete per il momentaneo pareggio, segnale incoraggiante dopo le iniziali difficoltà di adattamento.

A proposito di talenti nati a Lione, nonostante la sofferta cessione del promettente Geubbels, l’OL può comunque consolarsi con la permanenza dei suoi pilastri a centrocampo. Houssem Aouar ( classe 1998 ), nonostante le insistenti voci di mercato dell’ultima estate, sarà ancora a disposizione del mister Bruno Genésio. Trequartista dalle spiccate doti tecniche, in Francia è considerato uno dei prospetti più brillanti e uno dei futuri punti di riferimento della nazionale. Più arretrato, a dare fisicità e qualità in mediana, il classe 1997 Lucas Tousart, perno ormai imprescindibile nella rosa lionnese.

Rimanendo in tema di grandi accademie calcistiche, Bordeaux e Marsiglia saranno tappe obbligate per gli scout a caccia di talenti. I girondini, per questa stagione, presentano nell’organico diversi nomi degni di nota. Occhi puntati in particolare su Aurélien Tchouamén, centrocampista classe 2000, e sul difensore centrale classe 1998 Jules Koundé. Entrambi protagonisti quest’estate nei turni di qualificazione per la fase a gironi di Europa League, nonostante la giovane età si sono dimostrati giocatori di personalità e qualità, capaci di reggere la pressione anche in partite ostiche. In casa Marsiglia invece, Rudi Garcia potrà contare ancora sul 20enne Maxime Lopez, in pianta stabile in prima squadra già da 3 stagioni. Nonostante la giovanissima età, il ragazzo ha già collezionato oltre 80 presenze complessive con il club.

Non solo acquisti faraonici per il Paris Saint Germain, che quest’anno vedrà in squadra ben 9 giocatori cresciuti nel proprio settore giovanile. Tanta curiosità attorno a Timothy Weah, figlio d’arte dell’ex milanista George, che nell’arco del pre-campionato ha dato impressioni positive. Impressioni molto positive anche per il terzino sinistro classe 1999 Stanley N’Soki, titolare nella finale di Supercoppa di Francia ( vinta per 4-0 contro il Monaco ) e impiegato per oltre 200 minuti in queste prime 3 gare di Ligue 1. Vivaio, quello dei campioni di Francia, che dall’avvento della proprietà qatariota ad oggi ha sfornato altri ottimi profili come Rabiot, Areola e Kimpembe, ormai diventato colonna portante del reparto difensivo al fianco di Thiago Silva.

Si prospetta un’annata estremamente interessante in orbita Ligue 1: il trionfo di pochi mesi fa in Coppa del Mondo non solo ha consacrato alla storia una delle generazioni calcistiche più brillanti di sempre, ma ha ulteriormente acceso i riflettori sulla necessità di investire risorse nei settori giovanili e nelle accademie. Una politica che in Francia, nell’ultimo ventennio, ha portato alla vittoria di due Mondiali e un Europeo.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy