Quando il Man United scartò Isco, tutta colpa di “una testa troppo grossa…”

Quando il Man United scartò Isco, tutta colpa di “una testa troppo grossa…”

Come raccontato da ESPN, nel 2013 il club inglese scartò il talentuoso attaccante del Madrid per via della testa che secondo uno scout dello United era “troppo grossa”

L’indiscrezione è stata lanciata da “Espn” e ha del clamoroso. Nel 2013 le strade di Isco e del Manchester United si sarebbero potute incrociare ma ciò non avvenne per colpa di “una testa troppo grossa”. Secondo quanto raccontato dalla rivista americana, era l’estate 2013 quando uno scout dei Red Devils mandò dalla Spagna all’Inghilterra un report riguardante un ragazzo di nome Francisco Alarcon, meglio noto come Isco. Poche righe ma perentorie: “Il ragazzo è buono ma non è sufficientemente rapido. Ha una testa troppo grossa per il suo corpo“. Una sentenza clamorosa quella formulata dallo scout del Manchester United, una sentenza che convinse il club inglese a non puntare su quel giovane talento spagnolo che tanto bene stava facendo nelle file del Malaga. Il Real Madrid, valutando diversamente il giocatore, decise di acquistarlo per 30 milioni proprio quell’anno, assicurandosi uno dei migliori talenti del calcio mondiale, decisivo tra l’altro due giorni fa nella Supercoppa Europea vinta dal Real Madrid proprio ai danni del Manchester United. Vista la carriera di Isco, i Red Devils oggi si staranno sicuramente mangiando le mani, rassegnati al fatto di essersi lasciati sfuggire un vero fuoriclasse a causa di “un colpo di testa” di uno scout alquanto folle.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy