Thiago Alcantara guida la rivoluzione della Spagna. Con Koke, Bartra e Sergi Roberto valgono già 150 mln in 4

Thiago Alcantara guida la rivoluzione della Spagna. Con Koke, Bartra e Sergi Roberto valgono già 150 mln in 4

Commenta per primo!

C’erano una volta le Furie Rosse guidate dagli intoccabili Xavi e Iniesta e dai bomber Torres e David Villa, capaci di scrivere la storia vincendo due Europei e un Mondiale in sei anni. C’era una volta la Spagna che ballava al ritmo di tiki taka imposto dalla vecchia guardia e che intorno ai suoi “vecchietti” aveva fondato i propri successi. C’era una volta appunto, perché da quando il basco Julen Lopetegui ha preso il posto dell’indimenticato Del Bosque tra le Furie Rosse è iniziata una rivoluzione silenziosa.

LARGO AI GIOVANI Doveva essere la rivoluzione guidata da Morata e invece il giovane madridista ha dovuto cedere il passo al vecchietto Aduriz, che nonostante i suoi 35 anni è l’uomo di punta dell’attacco spagnolo. Ma allora di cosa stiamo parlando? Chi sono i giovani emergenti su cui puntare? Semplice, l’ormai tedesco d’adozione Thiago Alcantara (25 anni) si è già guadagnato il compito di guidare il centrocampo della Roja. Canterano del Barca, con il Bayern ha trovato la continuità che cercava e ora il suo valore di mercato supera facilmente i 50 milioni. Anche il colchoneros Koke (24) si sta imponendo come un intoccabile. Grazie a un Atletico che ha sempre creduto in lui, Koke ha potuto crescere gradualmente e ora il suo prezzo si aggira sui 60 milioni. Gli altri due giovani sui quali la Roja potrà costruire il proprio futuro sono altri due canterani del Barca. Sergi Roberto (24) sta stupendo sempre più Lopetegui e ad oggi il suo cartellino vale già 25 milioni. Anche il 25enne Marc Bartra sembra destinato a diventare un intoccabile nelle Furie Rosse. Giunto a Dortmund in estate per 8 milioni, dopo pochi mesi il suo valore di mercato si è già raddoppiato e la Roja sogna già il futuro Pique. In quattro valgono già oltre 150 milioni totali e in Spagna si strofinano le mani. Ecco da chi riparte la rivoluzione silenziosa di Lopetegui…

Luca Pessina & Marco Garghentino

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy