United-City un derby da 700 milioni: lo decide uno “sconosciuto”

United-City un derby da 700 milioni: lo decide uno “sconosciuto”

Commenta per primo!

Il più atteso era anche il più costoso in campo: quel Paul Pogba, che lo United ha strappato alla Juventus per la cifra record di 110 milioni di euro. Invece il francese ha steccato ancora, dimostrandosi lontano parente del campione ammirato a Torino. Non è bastato a Mou il parametro zero Zlatan Ibrahimovic, ancora a segno per il terzo centro in quattro giornate di Premier League. A trionfare all’Old Trafford è stato il Manchester City di Pep Guardiola, che conferma la tradizione favorevole negli scontri diretti con il portoghese. Un 2-1 griffato Kevin De Bruyne (sono fruttato i 74 milioni di euro pagati un anno fa al Wolfsburg) e dal giovane nigeriano Ileanacho (classe ’96). Il meno atteso fra le stelle citizens, eppure determinante per la fuga in vetta. Pescato per 400mila euro dall’accademy nigeriana del Taye nel 2014. L’acquisto più low-cost fra i ventidue calciatori partiti titolari. Oltre 700 i milioni di euro in campo, con panchinari extralusso. Mata e Schnederlin spettatori non paganti da 50 milioni per i padroni di casa, Jesus Navas e Sanè (entrato nel finale) i 70 milioni parcheggiati sulla panca del City. Un derby senza esclusione di colpi come testimonia il dente rotto del serbo Kolarov: per l’ex laziale tre punti e una visita d’urgenza domani dal dentista. Con un ingaggio da 3,5 milioni a stagione non sarà un problema correre ai ripari…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy