Attacco a Matuidi: la Juve schiera Raiola, il super alleato

Attacco a Matuidi: la Juve schiera Raiola, il super alleato

Il preferito è Blaise Matuidi, 29 anni, da cinque al Psg. E non potrebbe essere diversamente: forte, veloce e orgoglioso, ha tutto per fare felice Allegri. Com’è successo sinora al Psg e nella Francia. Ma Emery ha portato  Krychowiak da Siviglia e lui non l’ha presa bene. Così la Juve conta sul suo assenso e sull’appoggio di Mino Raiola, l’uomo delle missioni impossibili.
È proprio la sua estate in bianconero. Dopo aver gestito la maxi-vendita di Paul Pogba allo United (con una super parcella) l’agente italo-olandese torna sotto i riflettori juventini. E stavolta la sua consulenza da’ forza alla strategia di Marotta che punta a chiudere l’operazione a costi ragionevoli. Non certo i 30 milioni e passa richiesti dal club parigino. Matuidi e’ in una condizione simile a quella di Dani Alves con il Barcellona. Si aspetta una sorta d’indennizzo, con un sostanzioso incentivo all’esodo.
E tocca a Raiola fare da apripista: alla sua maniera. Il meeting di Montecarlo è decisivo e ancora una volta Marotta andrà (volentieri) a braccetto con un alleato per certi versi ingombrante, ma evidentemente necessario. E poi a Mino non dispiace certo l’idea di far dimenticare in fretta il pur ricco ratto del Polpo. Con lo sbarco di Matuidi a Torino farebbe felice tutto il mondo-Juve. Diamo per scontato, allora, che ce la metterà tutta. A prescindere dalla commissione pattuita…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy