Icardi e Bacca: gol e nuovi contratti. Ma Lewandowski fa paura…

Icardi e Bacca: gol e nuovi contratti. Ma Lewandowski fa paura…

L’Inter si gode Icardi capo-cannoniere con 6 centri, ma intorno a lui c’è una concorrenza straordinaria. Tra i 5 gol di Bacca e Callejon non passano certo inosservate le 4 reti del primatista Higuain in compagnia del debuttante Milik e del redivivo Dzeko. Senza trascurare lo stagionato Borriello e il promettente Belotti.
Godiamoceli tutti questi goleador di successo, specchio di un campionato all’improvviso spettacolare. Si, perché non sono da meno le prodezze di Verdi e Babacar, anche loro in decisa ripresa.
Eppure in estate abbiamo perso Zaza e Sansone, mentre non sono mancati i rischi per Gabbiadini, Belotti e gli stessi Bacca e Icardi. Nulla di più facile che questa ondata di gol apra le porte a nuove tentazioni nei prossimi mesi.
Proprio l’Inter si appresta ad annunciare il nuovo accordo  con Maurito: un quinquennale di circa 5 milioni a stagione ed una clausola di rescissione da 110 milioni di euro valida solo per l’estero.
Una mossa dovuta dopo l’inutile assalto estivo del Napoli che era stato arrivato ad offrire 60 milioni per lui. Ora, però, si apre una nuova fase. Diciamo che l’argentino è il più blindato di tutti, ma si apre una fase delicatissima. Prendiamo le voci da Parigi che vedono il Psg attivo per gennaio sul pupillo di Emery Bacca e abituiamoci all’idea che i club di Premier e Bundesliga prendano di mira i nostri gioielli. Lo hanno fatto in passato, certamente torneranno alla carica.
All’estero, si sa, c’è una potenza di fuoco straordinaria. Prendiamo il caso di Lewandowski: il Bayern Monaco sta per proporgli un rinnovo da 15 milioni di euro netti a stagione. Così l’attaccante polacco sarà il più pagato dopo Messi e Cristiano Ronaldo.
E la legge di mercato è implacabile: chi più segna più guadagna. Il nostri contratti ovviamente non sono competitivi con quelli dei top club. La scommessa è figlia delle ambizioni ritrovate tra le nostre big. Siamo stati bravi a valorizzarli. Ora teniamoceli stretti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy