La Juve va ai saldi per Witsel e Matic perché Zenit e Chelsea devono fare lo sconto

La Juve va ai saldi per Witsel e Matic perché Zenit e Chelsea devono fare lo sconto

L’affare Higuain non deve trarre in inganno: Alla Juve ora non fanno le cicale. Il 90 milioni spesi per l’argentino sono la punta di un iceberg in un’estate con tanti investimenti, ma con una regia sempre accorta. Con in tasca i soldi di Pogba (110 milioni) e un cospicuo tesoretto di bilancio, Marotta sinora ha spinto il piede sull’acceleratore. Ma ora è arrivato il momento di fare le cose con calma. Ad agosto il mercato non è più mezze misure. Chi è in ritardo negli acquisti è pronto a spendere cifre impossibili, magari anche a disfarsi dei giocatori in esubero. E’ il caso dello Zenit col belga Witsel e al Chelsea del serbo Matic. E più semplice da agganciare il primo, visto che ha il contratto in scadenza coi russi nel 2017. Zenit che quattro anni fa lo ha pagato ben 40 milioni di euro. Ora potrebbero accontentarsi della metà di quei denari, ecco perché i bianconeri stanno seguendo la pratica con attenzione ma senza particolare fretta. Un po’ più complicata la vicenda londinese, visto che Conte ritiene incedibile il centrocampista serbo costato due estati fa 25 milioni di euro. Abramovich saprà regalare al tecnico leccese un sostituto all’ altezza? Se la Juve ha pazienza può addirittura centrare una clamorosa doppietta che permetterebbe di ridisegnare il centrocampo bianconero, dopo l’arrivo di Pjanic. A Torino non si accontentano mai e vigilano in tutte le direzioni. Senza perdere, però, il senso della realtà. Ecco perché nel mirino dei manager juventini ci sono anche il francese Matuidi del Psg (il più difficile da raggiungere) oppure il brasiliano Luiz Gustavo, in uscita dal Wolgsburg. Ora è il momento della semina, ma le prossime due settimane saranno decisive per capire chi cadrà nella rete juventina.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy