Milik e Icardi, gol paralleli. Ad aprile il polacco era dell’Inter…

Milik e Icardi, gol paralleli. Ad aprile il polacco era dell’Inter…

Arkadiusz va di fretta. Il Napoli con lui: anche per dimenticare subito il “tradimento” di Higuain. Milik non poteva cominciare meglio e con i gol sta dimostrando che vale tutti i 32 milioni spesi per strapparlo all’Ajax che a luglio aveva già detto di no ad un’offerta di De Laurentiis da 20 milioni.
Il bello e’ che ad aprile l’Inter si era mossa per prima. In quel periodo Ausilio aveva spuntato un prezzo onesto (12 milioni), considerando che gli olandesi l’anno precedente l’avevano riscattato dal Bayer Leverkusen per appena 2,8 milioni. A soli 22 anni il centravanti azzurro ha già fatto e disfatto un bel po’ di valigie. In Bundesliga ad e ampio ha giocato in prestito pure all’Augusta.
È’ singolare che l’ascesa di Milik vada a ruota di Icardi. I vertici nerazzurri lo avevano scelto quando la conferma di Maurito era stata messa in discussione in assenza di risorse certe. Poi, però, l’avvento di Suning ha reso incedibile Maurito. Tanto è vero che l’assalto del Napoli (con 60 milioni e passa sul piatto) e’ stato respinto con fermezza. Tanto da indurre i campani ad alzare la posta per Milik. Entrambi sono partiti con il piede giusto. E il loro valore di mercato continua a crescere. Addirittura per l’argentino si parla di una clausola da 110 milioni. Il polacco ancora no. Ma sino a quando?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy