Pogba e il megafono di Raiola: “Resta alla Juve. Anzi no”. Lavori in corso

Pogba e il megafono di Raiola: “Resta alla Juve. Anzi no”. Lavori in corso

2 commenti

Il megafono di Mino Raiola allontana, per ora, le paure del mondo bianconero sul futuro di Paul Pogba. Quando decide di scendere in campo il manager italo-olandese usa i media in maniera convincente. Ovviamente fa la differenza la disponibilità a rinnovare il contratto con il club di Agnelli, la prova che tutto è tranquillo con i vertici di corso Galileo Ferraris. Peccato che, subito dopo, sottolinei come il mercato <chiude a fine agosto: tutto è possibile>. Basta andare indietro di qualche mese per scoprire che queste affermazioni il manager di Pogba le ha già fatte in più occasioni. Insomma, nulla di nuovo sotto il sole.

Certamente il Manchester United  è in pressing, come lo stesso Real Madrid e tutto lascia credere che solo le prossime settimane potranno darci un orientamento sull’argomento. La stessa Juventus resta in silenzio: non ha interesse ad alterare gli attuali equilibri. L’incedibilità di Pogba (come quella di Bonucci) è un dogma societario. E’ altrettanto vero, però, che la volontà dei calciatori non va sottovalutata. Soprattutto il francese ha dimostrato di avere l’equilibrio per disaegnare il prorio futuro tenendo iun grande considerazine gli interessi del suo attuale club. Oltre che i suoi. Così il feeling tra Raiola e i vertici juventini deve dare tranquillità a tutti che qualsiasi sia l’esito di questa vicenda sarà il frutto di una decisione condivisa. Attenzione, allora, ai silenzi di Raiola. E’ quando evita di prendere posizione che diventa pericoloso: vuol dire che sta entrando in azione.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. cammarota.luig_963 - 9 mesi fa

    Una volta con 13 miliardi di lire compravi il più forte giocatore del mondo (Maradona); oggi con 193 miliardi di lire compri un giocatore sopravvalutato, che non ha ancora dimostrato il suo reale valore (ma che non vale certo tutti questo soldi e forse non li varrà mai); gli arabi e gli asiatici stanno rovinando il mondo del calcio!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. frank44faust_864 - 9 mesi fa

    Rasola sa fare benissimo il suo lavoro ed i suoi assistiti sono protetti e… felici.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy