Suso parametro zero di successo. Ora il Milan si gode mister 20 milioni

Suso parametro zero di successo. Ora il Milan si gode mister 20 milioni

di Carlo Laudisa, @carlolaudisa

Quando anche un parametro zero ha un’anima. L’incredibile derby di Suso vale quanto un master da super college. In una notte lo spagnolo ha conquistato San Siro, dimostrando che l’intuizione  di Montella e’ stata felice, nonostante l’Andalusia ci abbia messo un po’ a convincere tutti (e se stesso) del suo grande potenziale. Ha appena compiuto 23 anni e ha lasciato la Spagna giovanissimo per cercar fortuna al Liverpool su input di Rafa Benitez. Ma li la musica cambia e, allora, nel gennaio 2015 coglie l’opportunità di legarsi al Milan a costo zero. A far da gancio per Adriano Galliani e’ Ernesto Bronzetti, il gran consigliere rossonero (e del Real) che ci ha lasciato a febbraio dopo una lunga malattia. L’agente lavora in tandem con Fabrizio De Vecchi (attuale manager di Suso e Honda) e si prodiga non poco per il suo ultimo pupillo. In una carriera ricca di operazioni di successo l’affermazione del talento di Cadice e’ una ciliegina prelibata. Purtroppo l’ultima. Ed ora che Jesus ha preso il largo tutti corrono a prendersi i meriti di un’ascesa che evidentemente e’ il frutto di una maturazione graduale e (a questo punto) inarrestabile. Conquistato un posto stabile al Milan, adesso lui si pone l’obiettivo di tornare in Nazionale dalla porta principale dopo aver scalato tutte le selezioni giovanili. Ma quanto vale ora Suso? In estate l’a.d. Galliani chiedeva 10 milioni, salvo poi ritirarlo subito dal mercato. Ed ora? Guadagna poco più di 1 milione ed è vincolato sino al 2019: ovviamente Montella lo considera incedibile. Ma non è una stranezza pensare che la sua valutazione sia quantomeno  raddoppiata. E dire che e’ arrivato gratis in un momento in cui al Milan lo scetticismo dilagava. Altri tempi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy