Favilli non si presenta all’amichevole del Livorno: è rottura. “Prigioniero del club”. Sullo sfondo Juve e Psg

Favilli non si presenta all’amichevole del Livorno: è rottura. “Prigioniero del club”. Sullo sfondo Juve e Psg

AAA cercasi Andrea Favilli disperatamente. Il giovane attaccante del Livorno ha, infatti, fatto perdere le sue tracce nelle ultime ore. Nel pomeriggio di ieri ha disertato l’amichevole della formazione amaranto contro la Pro Livorno Sorgenti e nella serata non si è presentato in occasione della presentazione ufficiale della squadra. Una fuga in piena regola che ha fatto scoppiare un caso in città e soprattutto all’interno della società.

LA STORIA Lo strappo ha radici profonde. Andrea Favilli è uno dei talenti emergenti del calcio italiano, come testimonia la medaglia d’argento conquistata da centravanti titolare con la nazionale under 19 all’ultimo Europeo. Nella scorsa stagione aveva brillato nelle fila della Primavera juventina, segnando 20 reti fra campionato e coppe. Un profilo di grande prospettiva, tanto che la Juve a fine giugno aveva offerto 800mila euro cash più i prestiti del giovane Zappa e il 20% sulla futura rivendita per riscattarlo. Un’offerta significativa, ma rifiutata dal presidente Spinelli che per il suo gioiello chiede 4 milioni. Una cifra che stride con l’ingaggio percepito da Favilli come conferma l’agente della punta classe ’97, ovvero l’avvocato Donato Di Campli: “Il ragazzo si sente prigioniero del Livorno. Guadagna 1050 euro al mese e visto che il Livorno non gli ha adeguato il contratto, non si possono chiede milioni di euro per il suo cartellino. E’ illogico. Il progetto di Favilli non è quello di giocare in Lega Pro, dove fra l’altro il Livorno punta su attaccanti affermati come Vantaggiato e Cellini e non su di lui”.

GLI SCENARI E ora cosa accadrà? La rottura è totale e non sembrano esserci molti margini per un clamoroso dietrofront. Dal Livorno filtra irritazione per l’atteggiamento tenuto dal giovane goleador, che dovrebbe essere punito e multato. Provvedimenti duri ma che non spaventano né Favilli né il suo agente: “Se Spinelli continua a chiedere 4 milioni di euro per il suo cartellino, il ragazzo è in diritto di non presentarsi all’allenamento. Serve una valutazione congrua da parte del Livorno, altrimenti si rischia di stroncare la carriera a uno dei migliori talenti italiani”. Favilli non ha intenzione di cambiare registro come confermato dallo stesso Di Campli: “Andrea non intende presentarsi più agli allenamenti sino a quando non verrà ceduto. La nostra posizione è irremovibile”. La rottura è totale e sulle tracce del calciatore ci sono diversi club: dalle big italiane (Juventus e Milan) al Psg in tanti seguono con interesse l’evolversi del caso Favilli. E c’è da scommetterci che i colpi di scena non siano finiti qui.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy