Stop al mercato prima che inizi il campionato, addio ai colpi del 31 agosto

Stop al mercato prima che inizi il campionato, addio ai colpi del 31 agosto

In Premier è ormai legge: il calciomercato chiuderà i battenti prima dell’inizio del campionato, rivoluzione che stravolgerà il mercato

La rivoluzione che tutti aspettavano è finalmente arrivata: in Premier League il calciomercato chiuderà prima dell’inizio del campionato, e, a giudicare dalle reazioni delle dirigenze delle squadre italiane, questo modello non dovrebbe tardare ad arrivare anche in Serie A. Addio dunque al 31 agosto, ma non alla frenesia dell’ultimo giorno di mercato che verrà semplicemente anticipato. La domanda che ora si fanno in molti è: quanti colpi non avremmo mai visto se questa regola fosse esistita prima? Probabilmente le squadre avrebbero banalmente chiuso in anticipo tali trattative, ma i colpi messi a segno dopo l’inizio del campionato sono stati davvero tanti ed anche importanti nel corso degli anni. Al Milan, per esempio non sarebbero arrivati nel 2010 Ibrahimovic e Robinho tra i principali fautori della cavalcata scudetto di quell’anno, ma neanche Bonaventura nel 2014, il quale firmò nelle ultime ore. All’Inter non sarebbe mai arrivato un degli eroi del Triplete: Wesley Sneijder che arrivò a Milano il 26 agosto del 2009. Sarebbe diventato un colpo al fotofinish invece l’ingaggio di Alex Sandro, preso dalla Juve il 20 agosto del 2015.

ULTIMI COLPI Arrivando invece ai giorni nostri, in questo ultimo calciomercato sono stati diversi i trasferimenti che hanno preso forma dopo l’inizio del campionato. Un esempio? Schick alla Roma. Se il calciomercato fosse finito prima del campionato la Lazio avrebbe invece ancora in rosa lo scontento Keita. Estendendo il discorso anche al di fuori dell’Italia, a Conte sarebbero mancati Drinkwater e Zappacosta, acquisti messi a punto il 31 agosto. Il Psg non avrebbe potuto completare la sua campagna acquisti faraonica con Mbappè, mentre il Barça non avrebbe potuto abbracciare Dembelè. Ma tranquilli, la riforma non ha effetti retroattivi, i tifosi potranno continuare a godersi i colpi del 31 agosto, almeno per un’altra stagione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy