Empoli-Salernitana 2-0, decide l’ex Rodriguez: il Peter Pan spagnolo che sogna di diventare ‘grande’… in Serie A

Empoli-Salernitana 2-0, decide l’ex Rodriguez: il Peter Pan spagnolo che sogna di diventare ‘grande’… in Serie A

Alejandro Rodriguez entra dalla panchina e regala i tre punti ai suoi

di Oscar Maresca

Per somiglianza, un po’ Jack Sparrow e un po’ Osvaldo. All’anagrafe Alejandro Rodriguez, per tutti Peter Pan. Mix perfetto e personaggio fantastico. Amante del mare e della libertà. Ha giocato ovunque e segnato dappertutto. Esultanza? La solita. Mani a fianchi e petto in fuori, a imitare l’eterno bambino che non voleva crescere. Peter Pan e Alejandro Rodriguz, molto simili ma con una sostanziale differenza: l’attaccante spagnolo spera di diventare grande affermandosi in Serie A. Nel frattempo trascinatore dell’Empoli stasera contro la Salernitana, sua ex squadra: entrato al 70′, otto minuti dopo porta in vantaggio i toscani. E in pieno recupero chiude i conti. La squadra di Andreazzoli vince 2-0 e si tiene stretto il primo posto in classifica.

DIVENTARE ‘GRANDE’ Peter Pan con la Spagna nel cuore. Alejandro Rodriguez viene da Terrassa, ma è l’Italia che l’ha reso grande. Di fama, certo. Rimanendo sempre fedele al suo soprannome. Dalla Primavera del Cesena alla Serie A. Sogno avverato. In bianconero contro i bianconeri: la prima volta nel massimo campionato italiano allo Stadium contro la Juve. Venticinque i centri totali con la maglia del club romagnolo, senza però mai riuscire a sfondare per davvero nel calcio che conta. Rodriguez ha girato tanto negli anni: nel 2015, dopo la retrocessione del Cesena, il prestito alla Sampdoria per tentare il boom. Ma in blucerchiato solo 7 presenze e 2 reti segnate. A fine stagione il ritorno in B con la squadra bianconera, fino all’occasione Chievo la scorsa estate. Il club veronese lo acquista, ma non lo fa esordire. Per lui ancora cadetteria: da agosto a gennaio di quest’anno in prestito alla Salernitana, qualche mese fa la nuova occasione Empoli. Oggi in Toscana Rodriguez vuole continuare a stupire e ha tutte le carte in regole per farlo. La tenacia di Jack Sparrow e il vizio del gol di Osvaldo. Quante somiglianze. A quasi ventisette anni, però, l’attaccante spagnolo preferisce essere ancora Peter Pan. Ma con un obiettivo preciso: tornare in Serie A. E lì diventare grande, per davvero stavolta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy