Fisicità, tecnica e duttilità: la Fiorentina punta su Vlahovic, il millennial innamorato di Ibra sulle orme di Batistuta

Fisicità, tecnica e duttilità: la Fiorentina punta su Vlahovic, il millennial innamorato di Ibra sulle orme di Batistuta

Il classe 2000 potrebbe essere un valido vice-Simeone per le prossime sfide dei gigliati

di Giovanni Benvenuto, @giovibenvenuto

La Fiorentina scommette forte su Dusan Vlahovic, centravanti classe 2000 che ieri è sceso in campo con la Viola dando un po’ di pepe al reparto offensivo nonostante il pareggio. Corvino non ha esitato a portarlo a Firenze regalando a Pioli forse quella alternativa a Simeone per l’attacco. Dall’esordio come giovanissimo a Belgrado fino ai riflettori del Franchi che forse potrebbero definitivamente consacrarlo.

IL PERSONAGGIO – Il battesimo nel mondo del calcio avviene con la maglia del Partizan Belgrado che non ha paura di lanciarlo nei professionisti alla sola età di 16 anni. Con l’animo di un ragazzino Vlahovic è un talento sul quale tutti puntano date le sue caratteristiche: attaccante, mancino, innamorato di Ibra ma soprattutto di Gabriel Batistuta. Un particolare che riempie di gioia i tifosi gigliati, speranzosi nel vedere emergere forse quel profilo o meglio quel tipo di centravanti che manca da anni al club dei Della Valle. Serbo, proprio come  il suo compagno Milenkovic, Dusan spera finalmente di emergere come nuovo attaccante boa data la sua stazza invidiabile e la sua tecnica discreta che lo fanno un jolly nel tridente d’attacco. La concorrenza per il posto da titolare non lo spaventa, tanto che durante le sessioni d’allenamento chiede persino dei consigli al “Cholito”. La Fiorentina sorride, lui si fa trovare pronto. E pensare che all’esordio in Serie A a San Siro contro l’Inter stava pure per segnare.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy