Genoa, Günter colpo da…fantacalcio con la benedizione di Klopp

Genoa, Günter colpo da…fantacalcio con la benedizione di Klopp

Arrivato a zero dal Galatasaray il centrale sta brillando nel pre-campionato

di Nicolo Schira, @NicoSchira

Quei genovesi che a Costantinopoli fondarono il quartiere di Galata, costruendo nel 1348 la celebre Torre che si affaccia sulla parte vecchia di Istambul, non potevano immaginare che 870 anni dopo un ragazzo tedesco di origini turche avrebbe percorso il tragitto al contrario. Dal Galatasaray al Genoa per provare a diventare uno dei migliori difensori della Serie A. È questo l’imperativo che ha accompagnato Koray Günter nello sbarco al Genoa.

GOLEADOR Puntuale negli anticipi e finora insuperabile per i malcapitati attaccanti avversari: il centrale classe 1994 sta disputando un pre-campionato di alto livello. Un rendimento che lo sta lanciando, prepotentemente, all’assalto di una maglia da titolare nella difesa a tre targata Ballardini, dove finora i punti fermi appaiono essere Biraschi, Spolli e Zukanovic. Günter per provare a mettere in difficoltà il tecnico romagnolo nelle scelte ha sfoderato un’arma segreta: quella dei gol. Dopo la rete al Cuneo di giovedì pomeriggio sotto gli occhi del presidente Preziosi, ieri l’ex Dortmund ha concesso il bis contro il St Georgen. Rivelandosi, ancora una volta, mortifero sulle palle inattive. Mica male come biglietto da visita, considerato che nella scorsa stagione il trio titolare difensivo dei rossoblù non era mai riuscito ad andare a segno.

AMBIENTAMENTO Günter si è inserito nel migliore dei modi e sia a Neustfit che in Alto-Adige ha vestito anche i panni del traduttore per i compagni, vista la padronanza con il tedesco. E anche il corso d’italiano procede bene come testimoniano i post su Instagram, nei quali si esibisce in un fluido italiano. In occasione del primo giorno da genoano, oltre a scegliere la maglia numero 3, Günter ha sorpreso tutti con un messaggio nella nostra lingua sul proprio profilo ufficiale: “Non sto più nella pelle all’idea di iniziare la stagione davanti a un pubblico incedibile come quello rossoblù”. Parole dolci verso la Gradinata Nord da parte di chi è abituato a giocare davanti a tifoserie calde e passionali come quelle di Borussia Dortmund e Galatasaray. Arrivato a parametro zero dai turchi, il difensore di Höxter potrebbe rivelarsi l’ennesimo colpo low-cost della gestione Preziosi.

MAESTRO KLOPP Non bisogna dimenticare, infatti, che solo gli infortunati hanno impedito a Günter di lasciare il segno in riva al Bosforo. Appena 28 presenze in quattro stagioni a causa di una terribile lesione al legamento crociato del ginocchio destro, che l’ha costretto a restare fermo per oltre un anno. Il talento però non si può cancellare e Günter in Liguria punta a recuperare il tempo perduto. D’altronde se a 18 anni debutti nel Borussia Dortmund campione di Germania e l’anno successivo giochi titolare in Champions League significa che hai qualità importanti. Klopp, il suo primo maestro, gli aveva pronosticato un futuro da top player a livello mondiale. Per Günter non è troppo tardi per riprendersi questi palcoscenici, inseguendo il sogno di conquistare la nazionale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy