La rinascita di Ocampos: l’ex-crack del calcio argentino torna a splendere al Genoa. Come Niang…

La rinascita di Ocampos: l’ex-crack del calcio argentino torna a splendere al Genoa. Come Niang…

Lucas Ocampos era considerato il talento più limpido del calcio argentino nel 2011, esterno sinistro, con un piede mancino delizioso, è stato l’artefice della risalita in Primera Division del suo River Plate. E mentre con le sue prestazioni incantava l’Argentina, in Europa era arrivata la voce di questo giovane che con il sinistro faceva meraviglie.

IN FRANCIA – Il Monaco di Claudio Ranieri, per primo, decise di puntarci, tanto da comprarne il cartellino per tre milioni di euro la stagione dopo. Lo sbarco in Francia è stato il bigliettino del classe ’94 in Europa, ma la sua stella non è esplosa come ci si aspettava. Nelle tre stagioni con la maglia biancorossa Ocampos non ha incantato a dovere i cuori dei monegaschi, tanto da essere ceduto nel 2015, sempre in Francia, stavolta al Marsiglia. Il suo cartellino, pagato 11 milioni di euro dall’OM, si è rapidamente svalutato nel corso della passata stagione. Prestazioni scialbe, guizzi limitati e pochi gol: solo tre in una stagione. Il tutto prima del guizzo di Preziosi.

PARENTESI ROSSOBLU’ – La stagione 2016-2017 può essere definita come quella della rinascita di Lucas Ocampos. Arrivato a giugno in maglia rossoblù, in prestito dal Marsiglia, il suo inizio di stagione è stato rallentato da una lesione al legamento collaterale. Contro l’Udinese è tornato titolare dopo più di un mese, segnando immediatamente il gol del pareggio. Ora per lui ricomincia un’altra storia, sempre a tinte rossoblù, per rinascere e convincere il popolo genoano, magari in vista di un possibile riscatto nel prossimo giugno.

Quello stesso popolo che ha già rivitalizzato numerosi giovani sulla via dello smarrimento. Dai milanisti Suso e Niang, riconsegnati nelle mani del Milan pronti e maturi per la Serie A, ad Ansaldi ora all’Inter, che con una stagione convincente è riuscito a tornare quello di prima. Per il giovane Lucas la sorte potrebbe essere simile, infortuni a parte.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy