Inter, ecco Emre Mor: dal rapporto con la famiglia all’amico Calhanoglu

Inter, ecco Emre Mor: dal rapporto con la famiglia all’amico Calhanoglu

Roma e Fiorentina lo hanno cercato, l’Inter è vicina ad acquistarlo, ecco chi è Emre Mor

Il nome Emre a Milano, sponda Inter, evoca ricordi discordanti, ma stavolta si tratta di Mor, il giovane esterno del Borussia Dortmund che è a un passo dal vestire nerazzurro, non di Belozoglu, che ha fatto la storia passata del club allora di Moratti. D’altronde, in questa sessione di mercato, si sono mosse su di lui in ordine cronologico: Roma, Fiorentina e Inter, chiaro segnale che dopo Danimarca e Germania il suo terzo campionato sarebbe stato la Serie A.

LE PERSONE IMPORTANTI Nella vita del giovane numero 9 del Borussia Dortmund ci sono tre persone importanti: i genitori ed il suo procuratore, amichevolmente chiamato “Muzzi”. Ha un forte legame con la madre, tant’è che la sua prima foto su Instagram è proprio di mamma Rabia, con tanto di dedica in didascalia: “Sono innamorato di lei da quando ho aperto gli occhi”.

QUESTIONE DI SCELTE Il suo amore viscerale per la famiglia e l’amico- procuratore non deve però trarre in inganno, Emre è uno che quando c’è bisogno fa le sue scelte e sa cosa vuole. Ai tempi del Norsdjaelland dovette scegliere tra rappresentare la nazionale danese e quella turca, lui scelse la Turchia e il suo allenatore di allora la definì: “Una tragedia per il calcio danese”. In una intervista rilasciata al portale turco Hurriyet qualche tempo fa ha chiaramente detto di voler giocare (un giorno) nel Real o nel Barcellona.

CARATTERISTICHE Emre è un attaccante esterno, rapido e veloce anche grazie alla sua piccola statura (168 cm) che gli è valso l’appellativo di “Messi turco”. Come il numero 10 del Barcellona, anche lui è mancino, preferisce giocare a destra per poi accentrarsi e calciare. Segna poco, ma chissà che qui in Italia (se l’Inter dovesse chiudere il colpo) non possa invertire questa tendenza. Lui sembra aver già scelto Milano, ora i due club dovranno trovare l’accordo, poi finalmente raggiungerà l’amico Calhanoglu a Milano per un derby ancor più speciale.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy