Pinamonti rinnova, l’agente: “Lo voleva tutta Europa, ma abbiamo scelto l’Inter. Resterà per…”

Pinamonti rinnova, l’agente: “Lo voleva tutta Europa, ma abbiamo scelto l’Inter. Resterà per…”

1 Commento

Compleanno e rinnovo quinquennale oggi per il piccolo prodigio Andrea Pinamonti, bomber classe ’99 su cui l’Inter scommette per il futuro prossimo. Oggi è arrivata la firma sul contratto quadriennale della punta di Cles e a GazzaMercato parla l’agente del giocatore, Tullio Tinti, che insieme ai collaboratori Manuel Montipò, Fausto Pari e Paolo Castellini, facenti parte della TMP Soccer, segue gli interessi del giocatore: “Rinnovo immediato? Sicuramente lui è il gioiello della Cantera interista, credono tantissimo in lui. E sia il calciatore che noi procuratori crediamo nel progetto che c’è su di lui da parte dell’Inter. E’ un talento impressionante”. Un talento su cui si sono sprecati paragoni: “Non credo sia giusto farne, – spiega Tinti – ognuno fa la sua strada. La cosa più giusta in questa fase della carriera è fare sempre il massimo. Andrea ha grandi qualità e ora ha un percorso davanti: può diventare un grande calciatore. Assomiglia a se stesso. Ripeto, non mi piace fare paragoni. Lui è unico nel suo genere, ha tante qualità fisiche e tecniche, oltre a essere un ragazzo per bene e intelligente. Un professionista”. Parole importanti da parte dell’agente che nella sua carriera ha scoperto attaccanti come Filippo e Simone Inzaghi, Pazzini, Toni fino al giovane Bonazzoli.

 Icardi è solo uno dei tanti campioni da cui Pinamonti ha imparato qualcosa nella prima stagione aggregato ai big: “Allenarsi coi grandi fa benissimo, lui osserva a cattura i loro segreti. E’ un grande professionista, un diciottenne con la testa da trentenne, dà sempre tutto in campo. E’ ben visto da tutto l’ambiente, a partire dai calciatori che sono tutti impressionati dalle sue qualità”.
Ora nessun dubbio: il progetto è restare all’Inter, spiega Tinti: “Sicuramente il progetto è questo: restare e cercare di trovare spazio, consapevoli che giocare nell’Inter non è facile a 18 anni. Dovrà scalare delle posizioni ma non gli fa paura, anzi è uno stimolo per entrare nell’élite del calcio. Ha tutto per farcela”.
La Juve e tutte le big di Premier erano alla finestra per lui, ma la scelta è stata quella di sposare il nerazzurro: “Sicuramente tutti i club più importati europei hanno chiesto informazioni su di lui, per la prospettiva di crescita che ha. Sia lui che noi come agenzia pensiamo però che chi lo ha cresciuto abbia sempre un punto in più rispetto agli altri. Inoltre è attaccato alla maglia e non abbiamo preso in considerazione nulla, parlando solo con l’inter per portare avanti un discorso, come  da sua volontà. E’ all’inter da tanti anni e lo hanno cresciuto bene. Andrea ci ha messo molto del suo e resta legatissimo alla maglia”.
Dopo Donnnarumma è Pinamonti il ’99 più atteso all’esplosione definitiva in Serie A, Tinti conclude: “Diciamo che Donnarumma è un ’99 con già delle cose straordinarie alle spalle, ha già dimostrato di essere un campione. Andrea avrà la possibilità di farlo a brevissimo e in un ruolo difficile: l’attaccante è un ruolo complicato come il portiere, ma il suo valore è alto. La prossima stagione sarà decisiva e sono sicuro che si ritaglierà degli spazi giusti. Non serve nemmeno correre troppo. Ha 18 anni e deve crescere senza troppe pressioni, nonostante la personalità che non gli manchi. Lui la pressione non sa cosa sia…”.
1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. dani1949 - 1 settimana fa

    Speriamo non faccia la fine di Bonazzoli, celebrato come campione, ma per ora nessuno se ne accorge.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy