Dalla Spagna: Dani Alves e le chiamate al Barca. Il brasiliano voleva tornare ma l’infortunio l’ha tenuto a Torino

Dalla Spagna: Dani Alves e le chiamate al Barca. Il brasiliano voleva tornare ma l’infortunio l’ha tenuto a Torino

Ieri sera l’importante gol in Champions League con la maglia della Juve e questa mattina la notizia di un ritorno al Barça voluto ma mancato anche per colpa di un infortunio. La rete del 2-0 siglato ieri sera da Dani Alves contro il Porto sarebbe potuto essere solamente un miraggio se solo l’ex blaugrana non si fosse infortunato quell’ormai lontano 27 novembre contro il Genoa. Secondo quanto riportato questa mattina da “Mundo Deportivo” infatti il brasiliano avrebbe voluto fortemente tornare in Catalogna nella finestra di mercato invernale conclusasi poco meno di un mese fa ma la frattura del perone sinistro, che lo ha costretto ai box fino ad inizio febbraio, insieme a un’indecisione del Barcellona riguardo all’operazione, non gli ha permesso di riunirsi al suo vecchio club. Molte le telefonate che, secondo il quotidiano spagnolo, il terzino bianconero avrebbe fatto per convincere il Barcellona a permettergli di tornare. Dani Alves a Torino non è riuscito a ritagliarsi il ruolo di protagonista che desiderava e ciò lo ha spinto a desiderare un ritorno in Spagna. Mentre Dani Alves sognava di riunirsi al Barcellona però i blaugrana non erano convinti da un matrimonio-bis (nonostante i problemi costanti presenti sulla fascia destra da quando il brasiliano è partito). Poi è arrivato anche l’infortunio a complicare le cose e  tutto è definitivamente saltato, costringendo il terzino a rimanere alla Juve, con la quale ieri sera ha siglato il suo secondo gol in Champions League da quando è in Italia, ritagliandosi per una notte il ruolo da protagonista assoluto che tanto desiderava.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy