La Juve scopre Höwedes: primo gol in A per il campione del mondo tedesco a caccia di “riscatto”

La Juve scopre Höwedes: primo gol in A per il campione del mondo tedesco a caccia di “riscatto”

Seconda presenza stagionale e battesimo del gol in bianconero per il difensore tedesco

di Oscar Maresca

Il campione sfortunato, che oggi si è finalmente ritrovato. Benedikt Höwedes, schierato in campo dal 1′ da Allegri, ha ripagato la fiducia del mister mettendo a segno il primo gol stagionale in bianconero. Seconda presenza con la Juve e prima centro in Serie A per il difensore campione del mondo nel 2014 con la sua Germania. Il tedesco ha realizzato la rete del 2-0 nella gara contro la Sampdoria, blindando il risultato dopo il gol di Mandzukic. Ci ha pensato poi Khedira a chiudere i giochi con un secco 3-0. Risposta decisa al pareggio a reti bianche del Meazza fra Milan e Napoli, con la Juve che si porta così a +6 dalla squadra azzurra. Un buon segnale dopo la notte da dimenticare del Bernabeu. La truppa di Allegri c’è. E da oggi c’è anche Höwedes, arma in più della Juve per la volata scudetto.

VOGLIA DI “RISCATTO” Deciso a cambiare aria e ad affermarsi a Torino dopo le ultime stagioni leggermente sottotono allo Schalke 04, Höwedes è stato la prima scelta di Marotta per rimpiazzare il jolly Padoin. Ma i tanti, troppi, infortuni del difensore tedesco ne hanno condizionato la stagione relegandolo ai margini del progetto. Anche se spesso non convocato perché non al meglio, però, mister Allegri ha sempre riservato parole d’elogio per il centrale riconoscendo il suo massimo impegno e la voglia di tornare quanto prima a disposizione. Difensore poliedrico, Höwedes può agire sia come centrale che come terzino in difese a tre o a quattro. Il giocatore è attualmente in prestito dallo Schalke fino al prossimo giugno e il club bianconero può decidere se esercitare o meno il diritto di riscatto fissato a 13 milioni più di 3 di bonus. La clausola sarebbe divenuta obbligatoria nel caso in cui il difensore avesse raggiunto le 25 presenze stagionali. La Juve crede, e ha sempre creduto, in Höwedes. Tornato a disposizione in questo finale di stagione il tedesco può finalmente dimostrare a tutti di essere da Juve. Magari con buone prestazioni e gol, come quello segnato di testa stasera, per trascinare i suoi verso l’obiettivo scudetto. Allegri da oggi ha un nuovo jolly da giocare: Benedikt Höwedes, il campione sfortunato che si è finalmente ritrovato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy