Niente Lazio per Gnabry. Parla il padre: “Lui come Özil, altri tre anni al Werder Brema e poi…”

Niente Lazio per Gnabry. Parla il padre: “Lui come Özil, altri tre anni al Werder Brema e poi…”

Serge Gnabry, astro nascente del calcio tedesco, è un obiettivo laziale da quest’estate. Il ventunenne esterno sinistro del Werder Brema è ormai un elemento imprescindibile della formazione di Alexander Nouri e della nazionale teutonica. Giocatore dotato di un ottimo scatto e di un dribbling elegantemente ubriacante, Gnabry è il prototipo del calciatore moderno in grado di sposare una tecnica raffinata a un atletismo devastante. Un talento cresciuto nello Stoccarda, sua città natale, prima di essere acquisito dall’Arsenal nel 2011 che, dopo un prestito al West Bromwich Albion, quest’estate lo ha ceduto ai bremensi per 5 milioni di euro.

“RESTERA’ AL WERDER” – Jean-Hermann Gnabry, padre del giovane prospetto, nelle dichiarazioni raccolte da “ESPN”, ha tenuto a precisare: “Serge, sta bene a Brema e dovrebbe rimanerci per almeno tre anni, come fece a suo tempo il grande Mesut Özil. Ha bisogno di consolidarsi prima di andare via. Anche Diego è cresciuto in questa squadra e sono sicuro che, indipendentemente dalla clausola rescissoria da 10 milioni di euro che c’è sul suo contratto, rimarrà qui anche l’anno prossimo”. Respinge fermamente quindi le voci che volevano un forte interessamento del Bayern Monaco e della Lazio che erano pronte ad un assalto in questi ultimi giorni di mercato prima che il valore di mercato potesse ulteriormente crescere magari attirando sul calciatore le mire di altri grandi club.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy