Il Foggia vola con il ghostbuster Stroppa. Scacciato il fantasma di De Zerbi

Il Foggia vola con il ghostbuster Stroppa. Scacciato il fantasma di De Zerbi

Professione acchiappafantasmi. Giovanni Stroppa ha vestito i panni del ghostbuster e in appena 40 giorni è riuscito a conquistare il sostegno incondizionato dell’esigente piazza foggiana, scacciando lo spettro del predecessore Roberto De Zerbi che aleggiava sullo Zaccheria. Sei vittorie nelle prime sei giornate di campionato hanno proiettato i Satanelli in vetta alla classifica del Girone C di Lega Pro. Mai nella loro storia i rossoneri avevano avuto un avvio così brillante. Merito del tecnico brianzolo, che ha plasmato il talentuoso undici foggiano in una armata vincente. Per Giovannino quella di Foggia non è una piazza come tutte le altre: da calciatore ha vissuto una doppia parentesi splendida in rossonero. Maglia numero dieci e giocate da urlo che l’avevano reso il beniamino della tifoseria. Atteggiamento mite e duro lavoro settimanale: in poco tempo ha riconquistato posizioni nel cuore della tifoseria, offuscando la delusione per il tumultuoso esonero di De Zerbi. In campo, inoltre, la squadra è apparsa più solida in fase difensiva. Quello che nell’ultimo biennio era il tallone d’Achille rossonero si è trasformato in un punto di forza (in tre gare su sei non hanno preso gol). Davanti poi Mazzeo e Letizia non stanno facendo rimpiangere Iemmello. Dopo le positive annate alla guida del Sudtirol e il cocente esonero di Pescara, Stroppa sembra aver trovato l’ambiente giusto per ritornare in alto. La sfida più difficile, infatti, sembra averla già vinta: far dimenticare l’ingombrante ombra del predecessore…

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. FG61 - 1 anno fa

    A Pescara non è stato esonerato, ha dato le dimissioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy