Piero Camilli tuona: “Viterbese sei da B, Grosseto non più, merita l’Eccellenza…”

Piero Camilli tuona: “Viterbese sei da B, Grosseto non più, merita l’Eccellenza…”

Il presidente della Viterbese Castrense incoraggia la sua compagine a credere nella promozione mentre scoraggia il Grosseto Calcio a sognare

di Niccolò Maria Santi, @https://twitter.com/Niccolo_Santi

Il “mangiallenatori”, intercettato all’Hotel Melìa per seguire le ultime trattative di mercato della sua squadra, ha dichiarato chiuso il mercato della Viterbese incoraggiandola a credere nella cadetteria. Non mancano però riferimenti al suo passato da presidente dell’U.S. Grosseto che, secondo lui, non potrà più ambire ai fasti raggiunti durante il suo regno.

Ultimo giorno di mercato: quali sono le trattative in corso della Viterbese?

“Siamo apposto. Dobbiamo solo ultimare i trasferimenti di due ragazzi che sono fuori lista: Varutti e Tortori. Ma la squadra è fatta”.

Terzi in classifica in mezzo al trittico toscano: Livorno, Siena e Pisa. Dove può arrivare la Viterbese?

“Da anni stiamo facendo ottimi campionati. L’anno scorso purtroppo siamo usciti subito dai play-off per la B. Quest’anno la rosa è completa e credo, senza ombra di dubbio, che meritiamo il salto di categoria e abbiamo tutto per farlo. Certo è che Livorno e Siena sono due compagini più che attrezzate e forti. Noi dobbiamo solo continuare a fare il nostro percorso sperando in qualche passo falso di queste corazzate”.

In estate si è parlato di un possibile riavvicinamento all’U.S. Grosseto, società a cui lei ha dato tanto. E’ ancora possibile?

“La vita è fatta di fasi. Sono stato a Grosseto 16 anni dove ho fatto tanto e bene. Sicuramente per loro non è un momento positivo. I nuovi proprietari, Mario e Simone Ceri, sono bravissime persone ma fare calcio a Grosseto è difficilissimo. I tifosi e gli addetti ai lavori ancora ricordano le gesta di Camilli che in 7 anni li ha portati dalla D alla B sfiorando anche la A. Un miracolo ad oggi irripetibile per le reali e concrete possibilità di tutto l’ambiente. Il target della città è da Eccellenza, massimo Serie D. Si mettano il cuore in pace!”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy