Calabria, lo manda SuperPippo. Ha convinto Montella, ora la nazionale?

Calabria, lo manda SuperPippo. Ha convinto Montella, ora la nazionale?

Davide Calabria vince e convince col suo Milan. Il classe ’96, in rossonero da quando aveva solo 10 anni, ripercorre per certi versi la storia del più vecchio, di poco, Mattia De Sciglio (23 anni), con la speranza di confermarsi ed evitare le battute di stop che ha avuto il compagno nel percorso di crescita.

LO MANDA PIPPO  Inzaghi lo ha avuto nel settore giovanile negli Allievi e in Primavera e lanciato in Serie A per la prima volta sull’out di destra nel 2015, dove Calabria gioca fin da piccolo. Quest’anno Montella lo ha utilizzato anche a sinistra, proprio come ha fatto De Sciglio in questi anni. L’importante è giocare, insomma. E crescere…

NO A GIULINI  Questa estate il Cagliari ha avuto problemi a ingaggiare Isla e il presidente Giulini ha chiesto più volte a Galliani di avere Calabria anche in prestito secco. Dal Milan la risposta è sempre stata un secco no. Mai una apertura, anche per volere di Montella. Che ora si gode la sua crescita. E il contratto blindato a Calabria fino al 2020 dimostra quanto i rossoneri credano in lui. Una realtà già oggi, una sicurezza per il futuro. Tutto made in Italy, ancora meglio per il nostro movimento. Con la convinzione che le buone prestazioni possano renderlo anche di fatto uno dei cardini dell’Under 21 (3 presenze finora) di Di Biagio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy