Francesco Coco: “Inter prendi Pastore per la Champions. Montella non meritava l’esonero e su Gattuso…”

Francesco Coco: “Inter prendi Pastore per la Champions. Montella non meritava l’esonero e su Gattuso…”

Intercettato all’Hotel Meliá a seguire le ultime trattative di mercato, l’ex terzino azzurro ha parlato di Milan, Inter e non solo

di Niccolò Maria Santi, @https://twitter.com/Niccolo_Santi

L’ex difensore tra le tante di Milan, Barcellona e Inter, si è concesso ai nostri microfoni per un’intervista caleidoscopica. Siculo di nascita e milanese di adozione Coco ha assolto Montella dalle colpe imputategli e ha premiato l’operato dell’Inter e per quanto riguarda il mercato…

Il “suo” Milan, dopo un inizio difficile, sta risalendo la china. E’ comunque un flop?

“C’è ancora tempo per migliorare. A Montella è stata consegnata una rosa completamente stravolta dal mercato. Molti di questi giocatori sono arrivati durante la preparazione e l’allenatore non ha avuto tempo di educarli a dovere. Si è dovuto paradossalmente adeguare a loro cambiando più volte modulo e questo ha confuso tutto l’ambiente. Non meritava comunque di essere il capro espiatorio di tutto ciò. Vincenzo è un ottimo allenatore che ha fatto bene a Catania, Firenze e anche l’anno scorso quando, con una rosa mediocre, è riuscito ad arrivare in Europa League. Ho fiducia in Rino Gattuso che, con la sua umiltà e grinta, ha da subito saputo toccare i punti giusti invertendo abilmente il rullino di marcia della squadra che adesso sta dispensando ottime prestazioni. La rosa necessitava di fiducia e dialogo. Lo stesso Çalhanoğlu ha detto che “Ringhio” lo sta aiutando tantissimo e non esiste premio migliore per un allenatore”.

Se il Milan sorride l’altra sponda del naviglio, quella nerazzurra, arranca. Il mercato può invertire la tendenza?

“L’Inter sta ripartendo dopo il difficile passaggio di proprietà che, soprattutto i primi anni, comporta non pochi problemi in qualsiasi società. Anche il Milan quest’anno lo sta dimostrando. La rosa dei nerazzurri secondo me è comunque di primo piano. Penso a Icardi, Perisic, Candreva, Vecino, Škriniar. Questi sono giocatori importanti che rappresentano una base solida per vincere. Napoli e Juventus hanno progetti ben più avviati e consolidati, basti pensare che, ad oggi, pensano già al mercato estivo e non a quello in corso, ma sono certo che l’Inter presto tornerà a primeggiare. Pastore è sicuramente un calciatore che potrebbe far fare il salto di qualità a qualsiasi squadra. Spero per i nerazzurri che possa concludersi felicemente la trattativa. Più di qualsiasi altra cosa credo però che Spalletti debba essere bravo a trovare il bandolo della matassa e a curare le fragilità della squadra. L’Inter non può permettersi di perdere altri punti nella corsa alla Champions, sono sicuro che l’allenatore, essendo molto competente, saprà invertire la tendenza”.

Il futuro di Francesco Coco è nel mondo del calcio, magari da mister?

“Credo di non avere le caratteristiche per fare l’allenatore. Mi diverte e mi piace fare occasionalmente l’opinionista. Il mio futuro però è legato alle molteplici attività che ho avviato al di fuori del mondo del calcio e intendo dedicarmi a queste”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy