Il momento d’oro di Cutrone: dai gol decisivi col Milan alla chiamata di Mancini

Il momento d’oro di Cutrone: dai gol decisivi col Milan alla chiamata di Mancini

Tre gol con il Milan e ora la chiamata in Nazionale

di GazzaMercato

Inizia dalla panchina, poi entra, segna e cambia la partita. Questo è quello che ultimamente riesce bene a Patrick Cutrone che da ieri è anche fresco di convocazione in Nazionale. Ha segnato il gol decisivo contro la Roma e poi in Europa League ha ribaltato l’Olympiacos con una doppietta.

I GRANDI NOMI NON LO SPAVENTANO- La scorsa stagione il Milan comprò Andrè Silva e Kalinic come punte di diamante del 4-3-3 di Montella, tuttavia il tecnico campano prima e Gattuso poi hanno capito le potenzialità del “tarantolato” Cutrone che lo hanno fatto diventare il titolare in quel ruolo consentendogli di chiudere la stagione con 10 gol in 28 presenze. Dopo le partenze di Silva e Kalinic in questa sessione di calciomercato è arrivato Gonzalo Higuain ma Cutrone non ha smesso di segnare portando molti ad ipotizzare un cambio modulo per far giocare Patrick in coppia col bomber argentino.

LA NAZIONALE- Dopo l’esordio con la Nazionale maggiore avvenuto nello scorso marzo nella gara persa contro l’Argentina è tornato nell’under 21 prima dell’ultima chiamata di Mancini che potrà impegnarlo nella sfida dell’Italia contro l’Ucraina.

Dopo il problema alla caviglia Cutrone è tornato a fare quello che gli riesce meglio: segnare ed essere decisivo. Adesso non vorrà più smettere per giocare il più possibile accanto a quello che considera un esempio da cui imparare.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy