Milan, guarda André Silva: in Liga meglio di Messi e in Nazionale non fa sconti

Milan, guarda André Silva: in Liga meglio di Messi e in Nazionale non fa sconti

Prelevato dal Porto a 16 anni per 1000 euro, oggi l’attaccante portoghese (di proprietà del club rossonero) è mister 38 milioni. Ma il suo futuro è ancora tutto da scrivere

di Oscar Maresca

“Il futuro non lo conosce nessuno. Vedremo a fine stagione”. Parole decise di André Silva dopo il gol con la maglia del Portogallo nella sfida di Nations League vinta 3-2 contro la Polonia. Il riferimento al Milan è chiaro. Intanto, però, il giocatore si gode il presente. L’attaccante di proprietà del club rossonero, attualmente in prestito al Siviglia, in Spagna ha infatti ritrovato il sorriso e i gol che aveva smarrito in Italia. Sono 7 reti in 8 presenze per il classe ’95, che si è presentato ai suoi nuovi tifosi con un bigliettino da visita di tutto rispetto. Al momento, André Silva è secondo nella classifica marcatori del campionato spagnolo dietro solo a Stuani (8 gol) e davanti a un certo Lionel Messi (6 reti). Così come l’ottimo presente, pure i ricordi del passato sono lucidi nella mente di André Silva. Una stagione quasi da dimenticare al Milan con appena 2 centri in 24 presenze in Serie A. Qualche gol in più, invece, nella scorsa edizione dell’Europa League: 6 in 10 apparizioni. Ma non sono bastati. In estate la decisione di salutare Milano per approdare a Siviglia alla ricerca dei gol e della continuità perduta. Prestito con diritto di riscatto fissato a 38 milioni. Tutt’altro che bazzecole da sborsare se il club spagnolo vorrà acquistare a titolo definitivo l’ex Porto. Ma con una media gol così forse, José Castro Carmona, presidente del Siviglia, un pensierino a metter mano al portafoglio potrebbe farcelo.

MISTER 38 MILIONI Da 1000 euro a 38 milioni. O viceversa. Il Porto prelevò un André Silva sedicenne dalle giovanili del Padroense per 37 milioni e 999 mila euro in meno rispetto al suo valore attuale. Un’intuizione di mercato che ancora oggi fa storia. Con il Porto B André Silva stupisce tutti. Arrivato in Liga NOS, nel 2016, all’attaccante basta una sola stagione per consacrarsi: 21 gol e 8 assist in 44 presenze. Contemporaneamente ben 8 reti in 13 gare col suo Portogallo. Il Milan non ci pensa due volte e nell’estate del 2017 sborsa 40 milioni per acquistare il classe ’95 e al giocatore fa firmare un contratto quinquennale. In rossonero il talento dell’attaccante portoghese, però, non sboccia. E i 10 gol stagionali realizzati lo costringono a salutare, almeno per il momento, l’Italia. Al Siviglia, però, arriva la rinascita: tripletta all’esordio in Liga, il 19 agosto, contro il Rayo Vallencano e doppietta, poco più di un mese dopo, contro i campioni del Real Madrid. I gol in Nazionale contro Italia e Polonia confermano il gran momento dell’attaccante. Pagato 1000 euro dal Porto e che ora vale tanto, anzi tantissimo. Il Milan lo sa e intanto osserva da lontano. In attesa di conoscere il futuro di André Silva, che oggi sembra più promettente che mai.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy