Attaccante di Seconda Categoria lascia il calcio per donare un rene alla moglie. E Sarri gli fa un regalo…

Attaccante di Seconda Categoria lascia il calcio per donare un rene alla moglie. E Sarri gli fa un regalo…

Commenta per primo!

Il calcio spesso é ancora in grado di regalare emozioni e scrivere belle pagine di vita. Indipendentemente dalla categoria di appartenenza: sia che si tratti di un attaccante di seconda categoria sia di un allenatore vicecampione d’Italia. Il protagonista di questa storia é Alain Schiratti, goleador 41enne militante nella seconda categoria friulana. Sei settimane fa Schiratti ha deciso di smettere con la sua più grande passione. Un sacrifici necessario per donare alla malata moglie Cristina un rene. L’amore della sua vita. E così ha detto basta al pallone nella speranza di aiutare la moglie a superare le sofferenze. Per costituire con lei un futuro sereno e in salute. Alain è un grande tifoso del Napoli e il suo sogno nel cassetto era quello di conoscere il tecnico azzurro Maurizio Sarri. Un uomo che ha allenato in Seconda Categoria che ce l’ha fatta. Dopo una carriera di sacrifici è arrivato ad allenare in Serie A a 55 anni e un anno dopo ha conquistato la panchina del Napoli. Il sogno di Schiratti si avvererà: potrà conoscere il suo mito. Sarri, infatti, grazie all’appello dei colleghi di Eurosport ha risposto presente e nelle prossime settimane i due si incontreranno: “Sono orgoglioso di incontrare una persona che ha fatto un gesto d’amore così grande” ha detto l’allenatore toscano. Perché il calcio può ancora essere un veicolo sociale e regalare piccole gioie…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy