Le urla di mamma Silvana, l’idolo Morata e il gol nel sangue: La Gumina-story, il bomber palermitano che punta la A

Le urla di mamma Silvana, l’idolo Morata e il gol nel sangue: La Gumina-story, il bomber palermitano che punta la A

Doppietta contro la Ternana per l’attaccante rosanero

di Oscar Maresca

Da Palermo a Palermo, per tornare a calcare il grande palco della Serie A. Capelli biondi, cuore rosanero e quella faccia da bravo ragazzo: è Antonino La Gumina, per tutti Nino, il bomber siciliano che sta trascinando la squadra di Stellone verso i play-off. 7 gol nelle ultime ultime 11 giornate per lanciare lo sprint verso la massima serie. Oggi determinante nel 3-2 alla Ternana: due gol per l’attaccante palermitano contro la sua ex squadra. Sono 8 le reti in campionato per il biondo classe ’96, palermitano doc e con Morata come idolo. Come l’ex Juve, anche Nino in A ci ha già giocato totalizzando però solo 4 presenze. L’esordio nel massimo campionato italiano è stato il 4 aprile 2015, al Barbera, contro il Milan. Data indimenticabile, che La Gumina ha tatuato sulla pelle. Insieme, fra gli altri tatuaggi, all’aquila dalle ali aperte, stemma del Palermo, da sempre sua squadra del cuore. E che oggi trascina a suon di gol verso la A.

IDEE CHIARE Antonino la passione per il calcio ce l’ha fin da piccolissimo. A 4 anni il suo giocattolo preferito in casa era un pallone. Fra le urla di mamma Silvana quella palla sbatteva sui muri di casa, ma fermare Nino era impossibile. Il ragazzo ha iniziato a giocare con il Capaci nel 2005, ma dopo qualche allenamento e partitina decide di lasciare la squadra. Forse perché troppo forte per quei bambini. Nel 2006 il provino con i pulcini del Palermo e la grande occasione di vestire la maglia rosanero. Il piccolo Nino strega gli osservatori, che senza pensarci troppo lo tesserano in squadra. La Gumina completa tutta la trafila delle giovanili del Palermo e il grande boom lo ha con la Primavera nel biennio 2014-2016: 45 reti in 59 presenze e il doppio titolo di capocannoniere e “Golden boy” del Torneo di Viareggio nel 2016. Nel mezzo l’esordio in A e le successive 3 presenze nella stagione 2015/2016. La Gumina è poi girato in prestito alla Ternana nell’estate del 2016 in cerca di minutaggio. La sua stagione non è però da incorniciare e la scorsa estate lascia Terni, per tornare a Palermo, con 15 presenze e 2 gol realizzati fra campionato e Coppa Italia. L’aria di casa e la fiducia di Tedino prima e Stellone poi hanno permesso a La Gumina di rendersi protagonista di una grande annata. Antonino si è finalmente riscattato e ora punta la A col suo Palermo. Promozione da agguantare a suon di vittorie, buone prestazioni e gol. Nino ci crede. La strada è quella giusta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy