Ceravolo “born to run”: l’attaccante-pittore ritrova il gol in A dopo 8 anni

Ceravolo “born to run”: l’attaccante-pittore ritrova il gol in A dopo 8 anni

La passione per l’arte e la musica vintage, i gol per affermarsi nella massima serie: a tutto Ceravolo

di Oscar Maresca

Quadri pop art, giradischi e un pallone. A casa Ceravolo il tempo sembra essersi fermato. E in campo, pure: 31 anni e non sentirli. Segreto di successo per l’attaccante del Parma, che dopo otto lunghi anni ritrova il gol in Serie A. Ritorno in grande stile. E’, infatti, dell’attaccante classe ’87 il timbro sulla terza rete dei Ducali nel 3-1 finale contro il Genoa. L’ultimo sigillo nella massima serie per il bomber cresciuto nella Reggina, prima di ieri, risaliva alla stagione 2009-2010 quando vestiva la maglia dell’Atalanta. Fine di un digiuno durato troppo a lungo, con un colpo da… artista. Incornata vincente su assist al bacio di Barillà. Olio su tela. La passione per la pop art, in campo quella per i gol: Ceravolo pensa da artista e sente il richiamo della porta. Così si è affermato fra i difficili campi di B. Ben 252 presenze e 69 gol all’attivo in cadetteria, mentre sono solo 7 le reti in A collezionate in 81 presenze e 15 anni di carriera. Poco male, c’è sempre tempo per invertire la rotta. A 31 anni, in un Parma attualmente in zona Europa, per Ceravolo le occasioni non tarderanno certo ad arrivare.

IL SOGNO SERIE A Oltre ai quadri, l’altra grande passione di Ceravolo è la musica vintage. Un giradischi per amico che suona a ripetizione Born to run. Capolavoro di Bruce Springsteen e colonna sonora di una carriera itinerante per l’attaccante classe ’87. Nato per correre. Trasposizione nel calcio per Ceravolo. Sette maglie indossate e una Serie A da protagonista, finora, soltanto sognata. Tante ottime stagioni in B e un soprannome (“Belva”) conquistato sul campo a suon di sportellate, contrasti e gol. Fra i fautori della storica promozione in A del Benevento e decisivo nel ritorno in massima seria del Parma, Ceravolo non si è mai arreso e ora può godersi il momento. In questa stagione nel reparto offensivo della squadra di D’Aversa la concorrenza è tanta. L’attaccante calabrese, però, non ha timore di battagliare per conquistarsi una maglia. Cuore da… Belva. Pittore nel tempo libero, attaccante di professione. Fusione: artista. Di quadri e del gol. In attesa di dipingere la sua tela migliore. Da protagonista in A con la maglia dei Ducali.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy