Roma, Nura in rampa di lancio. Il talento nigeriano soffiato al Barcellona

Roma, Nura in rampa di lancio. Il talento nigeriano soffiato al Barcellona

Commenta per primo!

Probabilmente, ai più, il suo nome non dirà niente. Eppure Abdullahi Nura, terzino destro classe ’97, aveva attirato l’attenzione del Barcellona prima che la Roma lo ingaggiasse. Il nigeriano, cresciuto tra le fila dello Spezia, dopo una parentesi in prestito alla Lavagnese, viene notato dagli scout giallorossi che lo chiedono in prestito al club ligure nell’estate del 2015. La formula concordata tra le due società prevedeva un diritto di riscatto da parte dei capitolini qualora alla fine della stagione avessero deciso di continuare il rapporto lavorativo col ragazzo. Ed è qui che è entrato in gioco il Barcellona: dopo aver assistito alla partita di UEFA Youth League tra la formazione laziale e i giovani canterani, i catalani hanno tentato di avviare una trattativa con lo Spezia per ingaggiarlo. Senza alcun successo però, perché puntualmente il primo luglio di quest’anno la Lupa lo ha riscattato e, dopo aver versato due milioni e mezzo nelle casse dei liguri, si è assicurata con un contratto quadriennale le prestazioni del giovane Abdullahi. Arruolato principalmente per continuare il suo processo di crescita nella Primavera romanista, Spalletti ha ‘continuato’ il lavoro iniziato da Rudi Garcia, convocandolo per il ritiro estivo a Pinzolo con la Prima Squadra. Momentaneamente ai box per un grave infortunio al ginocchio (secondo stop importante dopo l’operazione al cuore dell’anno scorso), viene considerato un calciatore dal brillante futuro, vero capitale da sviluppare e rendere un campione per riportare la Roma in alto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy