Doppio Marsura e il Venezia vola: dal “no” allo United al sogno serie A con i consigli di SuperPippo. E quella bottiglia di prosecco già in fresco…

Doppio Marsura e il Venezia vola: dal “no” allo United al sogno serie A con i consigli di SuperPippo. E quella bottiglia di prosecco già in fresco…

L’attaccante scuola Udinese fa volare la truppa di Inzaghi

di GazzaMercato

A casa Marsura, statene certi, c’è già in fresco una bottiglia di prosecco per festeggiare l’accesso ai playoff del Venezia. D’altronde, se sei di Valdobbiadene e la tua famiglia lo produce direttamente nella sua azienda agricola, non potrebbe assolutamente essere altrimenti. Ma due motivi per sedersi intorno ad un tavolo e fare un bel brindisi Davide li ha già serviti ai suoi. L’attaccante classe ‘94 di proprietà del Venezia ha infatti realizzato una doppietta d’assoluta importanza nella delicata sfida sul green del Silvio Piola di Novara. Due reti da attaccante vero, scafato: la prima di testa, in girata e da posizione non favorevolissima, mentre la seconda l’ha firmata con un bel sinistro ad incrociare.

IL “NO” AL MANCHESTER UNITED. E, a dire il vero, un signore chiamato Alex Ferguson tempo fa si era accorto delle qualità di un giovanissimo Davide, all’epoca attaccante delle giovanili dell’Udinese. Sir Alex inviò diverse volte alcuni scout per seguire da vicino le prestazioni di questo ragazzone che oltre ai centimetri conservava gelosamente nel suo pedigree anche una discreta velocità. L’ex tecnico dei Red Devils provò in tutti i modi a convincerlo a lasciare l’Italia ma Davide, insieme alla sua famiglia, decise che forse quella di volare Oltremanica non sarebbe stata la scelta migliore. E così il suo processo di crescita continuò in bianconero, ad Udine, prima di salpare verso altri lidi: l’apprendistato alla Feralpi Salò in serie C, quindi il Modena ed il Brescia in B, prima di arrivare al Venezia a titolo definitivo nell’estate del 2016.

L’APPRODO IN LAGUNA, I CONSIGLI DI SUPERPIPPO ED IL SOGNO SERIE A. In riva alla Laguna Marsura ha la fortuna di trovare un tecnico come Filippo Inzaghi, suo idolo fin da bambino. Un giovane attaccante, d’altronde non potrebbe avere e desiderare maestro migliore. Perchè ad Inzaghi viene quasi naturale trasferire consigli e segreti a chi sogna di ripercorrere le sue orme e a chi nel weekend calpesta le stesse zolle che SuperPippo ha calpestato per più di vent’anni. Insomma, un vero e proprio punto di riferimento per chi vuole specializzarsi in materia. Ma chissà se Davide c’avrebbe creduto se gli avessero detto, alla vigilia dell’attuale stagione, che a poche gare dalla conclusione della regular season il “suo Venezia” sarebbe stato lassù, in piena zona playoff, a quota 57 punti. Adesso il sogno serie A non sembra più tale per questo Venezia che non ha alcuna voglia di arrestare la propria corsa. Perchè, si sa, l’appetito vien mangiando. E da bere, chiaramente, porterà Davide. D’altronde il prosecco è già in fresco…

 

 

Antonio Pergola

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy