Il ritorno di Re Umberto a Pisa: da uomo-promozione a spauracchio coi Lupi

Il ritorno di Re Umberto a Pisa: da uomo-promozione a spauracchio coi Lupi

Commenta per primo!

Rieccolo. Da trascinatore ad avversario: la parabola di Umberto Eusepi sarà uno dei temi caldi in Pisa-Avellino. “Re Umberto”, come è soprannominato il goleador romano, ha griffato l’anno scorso il ritorno in B dei nerazzurri con il gol decisivo nella finale di ritorno col Pisa. Il sigillo dell’1-1 che gelò i rossoneri stoppando di fatto i propositi di rimonta della banda De Zerbi. Quest’anno 4 reti (tutte decisive) nella prima parte di stagione, ma il feeling con Gattuso non è mai scoccato. Così a gennaio Eusepi ha fatto le valigie destinazione Avellino. In Irpinia Novellino ha puntato forte sull’ariete scuola Lazio, tanto da sacrificare a turno in panchina Castaldo e Verde per farlo giocare titolare al fianco di Ardemagni. Gol pesanti, tra cui quello che ha steso la capolista Spal, a ripagare la fiducia. Così domani Eusepi tornerà all’Arena Garibaldi da spauracchio: un altro suo gol potrebbe sancire la retrocessione in Lega Pro della formazione nerazzurra. A Pisa sperano che la legge dell’ex, almeno per questa volta, non si verifichi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy