Cristante, il gol della rinascita che mancava da… Bergamo. E i nerazzurri ora fiutano l’affare dal Benfica

Cristante, il gol della rinascita che mancava da… Bergamo. E i nerazzurri ora fiutano l’affare dal Benfica

di Luca Pessina, @LucaPess90

Gagliardini è andato via, ma Bergamo nessuno si è scomposto, anzi. Gasperini ha accettato la sfida di rilanciare un giovane che si era perso come Bryan Cristante, rinato in nerazzurro con il gol firmato contro la sua ex Palermo (ha giocato in rosanero sei mesi dallo scorso gennaio). Missione compiuta, quindi, o in discesa. Finalmente, per un talento che dai tempi del Milan non ha più mantenuto le promesse. Il Benfica per lui ha investito 6 milioni solo due estati fa, senza mai godere dell’investimento. Ora esiste un diritto di riscatto tra un anno e 6 mesi per i nerazzurri sui 4 milioni. Affare in vista, l’ennesimo, per il presidente Percassi.

DA BERGAMO A… BERGAMO  La parentesi a Pescara è stata deludente, ma sono bastati pochi minuti in campo alla corte di Gasp per ritrovare un gol che mancava dai tempi del Milan (al Benfica Cristante ha siglato una sola rete, ma in Coppa). Era gennaio 2006, il 4 gennaio, quando il centrocampista ha esordito nel tabellino dei marcatori nella sfida dei rossoneri proprio contro l’Atalanta. E dopo averla colpita, proprio dai nerazzurri curiosamente è “ripartita” la carriera del classe ’95. Un vecchio talento, una nuova promessa. A Bergamo se lo godono.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy