Benevento, ecco Tosca: dal flop in Liga all’exploit contro il Milan

Benevento, ecco Tosca: dal flop in Liga all’exploit contro il Milan

Il difensore rumeno, dopo il fallimento in Spagna, trova la sua dimensione a Benevento

di GazzaMercato

Il Benevento scopre il jolly Amin Tosca. Il difensore rumeno dopo poche presenze in Liga ha trovato finalmente la sua dimensione sotto la guida di De Zerbi e potrebbe essere riscattato dai campani per poco più di un milione (diventando anche un possibile uomo mercato). Classe 1992, è arrivato quest’inverno a causa della squalifica per doping di Lucioni e nella vittoria contro il Milan a San Siro ha avuto in mano le chiavi della difesa. Terzino sinistro, può giocare anche come centrale (ruolo da lui occupato nell’ultima sfida) vista la sua stazza e visione di gioco.

LA SUA STORIA – Tosca comincia ad affacciarsi al calcio grazie alla Steaua Bucarest. Con la formazione primavera rumena è protagonista di un exploit che gli consente di emergere nel vivaio, guadagnando così la convocazione in prima squadra. Con i rossoblù gioca per tre anni fino a strappare il biglietto per la Liga. Destinazione? Siviglia, precisamente al Betis. L’avventura iberica si rivela un flop: Tosca colleziona solo 6 presenze a causa di un mancato affiatamento con gli spagnoli e vari infortuni che lo tengono lontano dal campo. Il Betis lo impacchetta spedendolo quindi in Italia alla corte di Vigorito in prestito con diritto di riscatto fissato a poco più di un milione. Col Benevento Amin ritrova la titolarità diventando sempre di più un pallino dei giallorossi. L’ultima prestazione è fuori dall’ordinario: Amin sbarra la strada a Cutrone e André Silva mantenendo assieme a Puggioni la porta inviolata ed assaporando un trionfo storico come la prima vittoria esterna del Benevento di quest’anno. Vigorito esulta, felice di aver trovato un Jolly per la prossima stagione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy