Francia, la silenziosa ascesa di Pavard: ora le big sono sulle sue tracce

Francia, la silenziosa ascesa di Pavard: ora le big sono sulle sue tracce

Il terzino della nazionale ha conquistato, durante questo mondiale, le attenzioni di diversi grandi club europei

di Alex Pinna

Classe 1996, Benjamin Pavard è una delle sorprese più interessanti di questo Mondiale 2018, che non ha mancato di mettere in mostra numerosi giovani profili di interessante prospettiva.

Il difensore dello Stoccarda, tuttavia, per continuità di rendimento e prestazioni è forse il giocatore che più di tutti ha sorpreso gli addetti ai lavori e attirato su di sé i riflettori dei big club europei: convocato quasi inaspettatamente per la spedizione in Russia, partita dopo partita è stato capace di ritagliarsi un ruolo sempre più centrale all’interno della rosa dei bleus, tanto da diventare ormai uno dei titolari inamovibili della squadra. Il clamoroso gol contro l’Argentina agli ottavi di finale ha rappresentato, con ogni probabilità, il punto di svolta nella carriera di un ragazzo la cui ascesa nel grande calcio internazionale è stata più “silenziosa” rispetto ad altri connazionali come Paul Pogba, Kylian Mbappé o Antoine Griezmann.

Cresciuto nell’accademia del Lille, si trasferisce nell’estate del 2016 in Germania allo Stoccarda, diventando da subito uno degli elementi più preziosi all’interno dello spogliatoio. E’ tra i protagonisti maggiori della risalita nella massima divisione tedesca, e quest’anno è stato tra i punti di riferimento principali in una stagione estremamente positiva per il club. Versatilità e affidabilità, sostanza e corsa, virtù grazie a cui in poco tempo il giocatore ha conquistato l’affetto del suo pubblico alla Mercedes-Benz Arena e la stima da parte del commissario tecnico Deschamps. Seppur ancora acerbo dal punto di vista difensivo, nel corso di questi Mondiali ha evidenziato degli importanti margini di miglioramento e delle qualità in fase di spinta di assoluto valore.

Nell’arco di due stagioni a Stoccarda, 55 presenze complessive condite da 2 gol1 assist, numeri molto positivi a maggior ragione se si considera la giovane età del ragazzo e il suo ruolo: con la maglia dei Roten, infatti, ha giocato pressoché sempre come difensore centrale, contrariamente a quanto sta accadendo con la nazionale dove occupa in pianta stabile il ruolo di terzino destro.

Le prossime settimane saranno tra le più importanti nella carriera di Pavard: tra due giorni l’attesissima finale della Coppa del Mondo contro la Croazia di Modric, poi, molto probabilmente, la chiamata di un grande club europeo. Nello scacchiere delle principali squadre del “vecchio continente”, sarebbero secondo le indiscrezioni i campioni di Germania del Bayern Monaco ad essere i più vicini al giocatore. Occhio però all’interesse sempre più insistente di altri nomi blasonati come Borussia DortmundManchester CityTottenham, pronti a pagare la clausola da 30 milioni di euro. Nel caso di un’altra importante prestazione nella storica gara di Domenica, potrebbe davvero accendersi una spietata asta di mercato per accaparrarsi uno dei gioiellini più pregiati della nuova generazione calcistica francese.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. samfi1_211 - 1 anno fa

    non i più vicini, lui ha gia firmato x il bayern

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy