Il Salisburgo si coccola Minamino: il giapponese sulle orme di Nakata

Il Salisburgo si coccola Minamino: il giapponese sulle orme di Nakata

Minamino tiene in vita il Salisburgo grazie alla rete fulminea contro la Lazio. Sorride la nazionale nipponica, felice di aver trovato l’erede di Nakata

di Giovanni Benvenuto, @giovibenvenuto

Takumi Minamino è sicuramente uno dei fiori all’occhiello del Salisburgo. Il giapponese ha siglato la rete del 2-2, fulmineo visto il suo ingresso in campo. Veloce e abile nell’inserirsi sullo stretto il nipponico ha contribuito a tenere ancora in vita la formazione di Rose nonostante il passivo subito pochi minuti dopo. Paragonato a Nakata per le sue caratteristiche tecniche ha già stregato l’Austria senza riscontrare difficoltà con lo stile di vita del nostro continente.

IL PROFILO – Minamino, prima di approdare in Europa, ha indossato la casacca del Cerezo Osaka. L’exploit in Giappone gli è valso l’interessamento del congiunto targato Red Bull, che lo preleva dall’Asia nel 2015 per ottocentomila euro (cifra modesta dato il suo attuale rendimento). Dopo la scuola nipponica Takumi conquista i “tori rossi”, vincendo tre campionati e tre coppe d’Austria. Ala destra, può anche giocare a sinistra, e all’occorrenza anche punta centrale Minamino ha lasciato il segno anche quest’anno (21 le partite giocate in Bundesliga, condite da 6 reti e 4 assist).  La sua duttilità in fase di contropiede è dovuta anche alla sua visione di gioco e all’ottima predisposizione al tiro. Queste sue qualità lo accostano ad uno dei giganti del calcio asiatico: Hidetoshi Nakata, esploso curiosamente proprio all’Olimpico sulla sponda giallorossa. Se il Salisburgo è ancora in vita in Europa League lo deve anche al classe ’95, pronto anche a staccare il biglietto per Russia 2018.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. andrna_691 - 2 anni fa

    Buongiorno, vorrei dare in anteprima una notizia al sito del giornale che una volta era il quotidiano sportivo piu’ importante d’Italia.
    Ieri 5 Aprile allo Stadio Olimpico di Roma la S.S. Lazio ha battuto 4 a 2 l’F.C. Salisburgo, in una gara valida per i quarti di finale di Europa League; a margine della notizia vi informo che la S.S.Lazio è stata l’unica squadra italiana ad ottenere una vittoria nell’andata delle partite dei quarti di finale delle Coppe europee.
    Vi do contestualmente la liberatoria, se vorrete (e se troverete spazio e tempo) potrete pubblicarla.
    Buon lavoro
    Andrea Maria Napolitano

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy