Sorteggi Champions: sarà Juve-Real, bianconeri a caccia del riscatto

Sorteggi Champions: sarà Juve-Real, bianconeri a caccia del riscatto

Da Cardiff ai quarti di questa Champions League, i cammini di Allegri e Zidane si incrociano nuovamente

di Antonio Servidio, @AntoServidio94

I tifosi bianconeri hanno ancora in mente i 4 gol subiti nella finale di Cardiff da Ronaldo e compagni e da oggi dovranno pensare ai quarti di Champions, con il fato che ha voluto mettere di nuovo a confronto questi due grandi club. Vediamo però come sta il Real.

IL TITOLO SPAGNOLO QUASI SFUMATO I Blancos hanno detto quasi addio al trionfo nella Liga, in cui i 15 punti che li separano dal Barcellona costituiscono un distacco incolmabile. In questa stagione il Real ha iniziato in sordina, salvo poi uscire alla distanza grazie soprattutto all’uomo dei record: Cristiano Ronaldo.

IL CAMMINO IN CHAMPIONS Gli uomini di Zidane in questa Champions hanno assistito spesso a sorteggi beffardi, hanno infatti affrontato il Borussia Dortmund e il Tottenham nei gironi e il Paris- Saint Germain negli ottavi.

LE INDIVIDUALITA’ Parlare dei singoli è riduttivo. Il Real ha una squadra di stelle abituate ai palcoscenici mondiali. Su tutti CR7, anche lui a inizio anno aveva ricevuto qualche critica, ma poi ha risposto, come sempre sul campo, 118 gol per lui che gli valgono la testa della classifica dei marcatori all time della Champions League, ma non ci si può dimenticare di Casemiro, un vero metronomo del centrocampo con qualità eccelsa che lo rende uno dei “pupilli” di Zidane. Sulla fascia sinistra Marcelo macina chilometri e trova spesso anche il gol, come successo contro il PSG. Asensio è la carta che Zidane butta nella mischia per sparigliare e spesso e volentieri la sua si rivela una mossa azzeccata.

CURIOSITA’ La Juve è stata l’ultima squadra a battere il Real, dopodichè due Champions portate a casa dai Blancos. Il fatturato non sorride: secondo alcune statistiche nel 73% dei casi chi ha un fatturato maggiore passa il turno, da questo punto di vista i bianconeri soccombono. Per la squadra di Florentino Perez il fatturato è di 670 milioni circa, mentre quello dei bianconeri si attesta intorno ai 400. Infine, un’altra piccola grana per la Juve: nella gara di andata non ci saranno Pjanic e Benatia, entrambi squalificati. Toccherà ad Allegri inventare, ancora una volta, un modo per battere i più forti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy