Roma, ecco Pellegrini: dall’incontro con Raiola fino all’exploit in giallorosso

Roma, ecco Pellegrini: dall’incontro con Raiola fino all’exploit in giallorosso

La favola di Luca Pellegrini: dall’incontro con Raiola in un albergo fino al momento magico con la Roma

di Giovanni Benvenuto, @giovibenvenuto

Momento da incorniciare per Luca Pellegrini: il baby giallorosso, dopo l’esordio in A, ottiene anche la prima presenza in Champions contro il Viktoria Plzen confermandosi sempre di più nel progetto giovani targato Monchi e Di Francesco. Con un passato da nuotatore Luca alla fine sceglie il rettangolo verde attirando persino la curiosità del rinomato agente Mino Raiola che, dopo un incontro, lo fa entrare nella sua scuderia tra lo stupore dei familiari del classe ’99. Una favola per lui, che in passato ha detto no a molti top club.

LA SUA STORIA – Se hai come agente quello di Ibra, Balotelli e Nedved le chiamate illustri dovrebbero essere assicurate…e invece no. Il primo club a bussare alla porta dell’enfant prodige della Roma è il Reading, che si presenta a Trigoria con una pila di DVD con le giocate del giovane. Lui rispedisce l’offerta al mittente, consapevole delle sue qualità. Da perfetto sconosciuto a potenziale “pepita d’oro”: questa la sua parabola dopo i successivi sondaggi registrati da Manchester City, Liverpool, Juve e Fiorentina. Monchi non ci pensa due volte a blindarlo: contratto fino al 2022 e futuro assicurato proprio come il suo compagno di squadra ai tempi delle giovanili Mirko Antonucci. La strada verso la prima squadra però si rivela tortuosa: due infortuni nel corso della carriera ma Luca ha sempre trovato la forza per ripartire assieme all’entusiasmo e il talento, quel talento che ha conquistato persino Bruno Conti durante un semplice provino. Luca si gode il suo momento magico, proprio come la sua Roma.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy