Bentornato Giaccherinho, primo gol al Chievo e Napoli dimenticato

Bentornato Giaccherinho, primo gol al Chievo e Napoli dimenticato

L’ex Napoli sblocca la gara con i sardi con un gran gol su punizione

di Oscar Maresca

Bentornato Giaccherinho. Il neo centrocampista del Chievo ha realizzato il suo primo gol in stagione. E che gol.  Su punizione, proprio come la prima volta in Serie A nel 2016 con la maglia del Bologna. Ai tempi fu la Lazio, oggi il Cagliari. Rincorsa, destro a giro e pallone che si insacca. Rete di Giaccherini, finalmente lui. Entra e cambia la partita. Astinenza dal gol interrotta: l’ultima rete del giocatore ex Napoli risaliva infatti allo scorso 10 febbraio, in campionato contro il Genoa. Oggi ci ha pensato Giak a sbloccare la gara contro i sardi, poi l’assist vincente per il compagno Inglese che ha realizzato la seconda rete clivense. Niente da fare per la squadra di Lopez, che ha provato a pareggiare i conti con Pavoletti all’82’. La partita si è conclusa 2-1.

NUOVA VITA Per Giaccherini terza presenza con il Chievo dopo l’approdo a gennaio. Ora il ritorno al gol: fiducia del mister ripagata e nuova vita in gialloblu. L’esperienza, il talento e la forza di un leader. Giaccherini è già trascinatore di questo Chievo. Ha ritrovato lo spazio perso ed è tornato ad esultare. Nuovo pupillo di Maran. Conte disse di lui che se si fosse chiamato col nome da brasiliano avrebbe goduto di ben altra considerazione. Dopo l’esperienza in chiaroscuro al Napoli, al Chievo il giocatore ha ritrovato continuità e serenità. Ciò che serve per essere realmente apprezzato, invece, lui l’ha sempre avuto. E allora, bentornato Giaccherinho.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy