Il Chievo parla Inglese: 3 gol al Sassuolo, 3 punti ai clivensi

Il Chievo parla Inglese: 3 gol al Sassuolo, 3 punti ai clivensi

di Filippo M. Capra

Eccolo qua l’ultimo gioiello del Chievo Verona: Roberto Inglese, attaccante classe ’91, clivense dal 2010. Cresciuto nelle giovanili del Pescara (col quale esordisce in Serie B contro il Siena) viene notato dai gialloblù che lo ingaggiano e lo girano subito in prestito al Lumezzane, squadra che milita in Lega Pro, con la quale segna 21 reti in 74 presenze. Dopo tre anni nella provincia di Brescia il ritorno, ancora in prestito, nella Serie Cadetta con la maglia del Carpi. Due stagioni importanti dove colleziona 48 gettoni di presenza andando a segno otto volte e conquistando la prima storica promozione in Serie A della squadra emiliana. Ormai svezzato, il massimo campionato non lo disputa con i biancorossi in virtù del richiamo alla base, al Bentegodi, dove condivide il reparto con giocatori del calibro di Sergio Pellissier e Alberto Paloschi. La prima stagione è stata un crescendo, arrivando alla fine dell’anno a conquistarsi un posto da titolare ai danni dell’ex Milan che avrebbe poi lasciato il Veneto per accasarsi a Bergamo, con l’Atalanta. Cercato anche dal Napoli, il 13 maggio del 2016 rinnova il proprio contratto con i Mussi volanti fino al 2020. Nella gara odierna contro il Sassuolo, la sua prima tripletta in carriera. Nonostante il rigore sbagliato sul punteggio di zero a zero, Inglese non si è perso d’animo e ha permesso ai suoi di rimontare i neroverdi (avanti di una rete grazie al gol di Matri) e fissare il risultato finale sul tre a uno. 3 gol al Sassuolo, 3 punti ai clivensi e pallone della partita al ragazzo di Lucera. Il Chievo parla Inglese, Maran e Campedelli ringraziano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy