Il Portogallo nel cuore e il gol in rovesciata: Simy blocca la Juve… come Ronaldo. Anche Crotone ha il suo CR7

Il Portogallo nel cuore e il gol in rovesciata: Simy blocca la Juve… come Ronaldo. Anche Crotone ha il suo CR7

Il gigante nigeriano protagonista nella gara dell’Ezio Scida

di Oscar Maresca

Il Portogallo nel cuore e, ieri sera, anche il gol da campione. Così lontani, ma per un momento – forse – davvero vicini. E chissà se Simy pensava proprio al gran gesto di Cristiano Ronaldo (realizzato all’Allianz Stadium qualche settimana fa), mentre impattava il pallone in rovesciata impregnato dei sogni salvezza di un’intera città e insaccato poi alle spalle di Szczesny. Per l’attaccante del Crotone gol alla CR7 , seppur molto diverso nell’esecuzione, ma pur sempre pungente per la Juve. Dopo la prodezza di Ronaldo per i bianconeri contro il Real Madrid, allo Stadium, fu 3-0. Contro il Crotone è stato invece 1-1. Dalla Champions al campionato, storie di gare diverse – e negative – per la squadra di Allegri. Come il cinque volte pallone d’oro, anche Simy ha bloccato la Juve. Il gigante buono dalla Nigeria, alto 198 centimetri, cresciuto calcisticamente nella patria della stella galactica ha infatti riaperto la lotta scudetto. Il Napoli è ora a -4 dai bianconeri e domenica le due compagini si sfideranno a Torino. In più l’attaccante rossoblu ha permesso ai suoi di guadagnare un punto fondamentale in chiave salvezza, distante ora una sola lunghezza dalla truppa di Zenga.

LA STORIA DI SIMY Fisico da giocatore di basket, ma piedi da calciatore. A 4 anni Simy ha già scelto la sua strada. Il nigeriano in patria dà infatti i primi calci al pallone con il Guo FC. A diciassette anni, da solo, lascia poi la Nigeria per trasferirsi in Portogallo. Gioca prima nelle giovanili del Portimonense e due anni dopo, nel 2011, approda in prima squadra. In due stagioni totalizza 68 presenze mettendo a segno 19 reti. Passa poi al Gil Vincente e fra Primiera e Segunda Liga portoghese realizza 29 gol in 88 apparizioni. In Europa lo osservano e nel 2016 arriva la chiamata del Crotone. La sua esperienza in Italia parte subito forte: all’esordio col club rossoblu, il 14 agosto 2016, segna il gol del momentaneo pareggio nella gara di Coppa Italia contro il Verona. La prima stagione in rossoblu per Simy si conclude con 21 presenze e 3 gol. L’attaccante nigeriano è stato più volte vicino all’addio, soprattutto lo scorso gennaio, quando alcuni club cinesi hanno provato a strapparlo al Crotone. No deciso di giocatore e società, la Calabria è la sua seconda casa e lì Simy vuole affermarsi. Quest’anno sono 19 le presenze stagionali per l’attaccante nigeriano, di cui molte da subentrato, ma prima con il gol decisivo contro il Bologna e poi con la rovesciata alla Juve Simy si è conquistato la fiducia di Zenga e di tutti i tifosi. Fisico, fiuto del gol ed estro. Crisitano Ronaldo? No, semplicemente Simy. Paragone possibile… forse solo in un sogno. Come quello salvezza della squadra calabrese, alimentato ancor di più dal magico gol segnato da Simy contro i bianconeri. Mix di realtà e fantasia. Anche Crotone ha il suo CR7.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy