Babacar pronto a prendersi la Fiorentina: dal possibile addio in estate alla maglia da titolare

Babacar pronto a prendersi la Fiorentina: dal possibile addio in estate alla maglia da titolare

Babacar è pronto a giocarsi le sue chance contro il Torino

di Antonio Servidio, @AntoServidio94

Khouma Babacar pur essendo senegalese di nascita potrebbe tranquillamente essere considerato un italiano a tutti gli effetti, infatti dal 2008 è arrivato in Italia senza (quasi) mai lasciarla più. 24 anni e tutta la trafila dalle giovanili alla prima squadra fatta con il viola Fiorentina addosso, avventura intervallata dalle belle parentesi in B con il Modena, con cui ha segnato venti gol che gli sono serviti da esperienza per farlo diventare un vero e proprio “mestierante” dell’area di rigore. D’altronde, si sa, il ruolo dell’attaccante di provincia è fatto di tanta fatica e poche copertine. Una carriera da “spalla” con la Fiorentina, sempre presente al fianco dei vari Amauri, Toni, Jovetic, Rossi, Mario Gomez che si sono succeduti fino ad arrivare a Kalinic e Simeone, di cui in questo turno infrasettimanale potrebbe prendere il posto a causa di qualche acciacco che terrebbe il Cholito fuori.

Un’estate, l’ultima, passata a dover scegliere la prossima metà: Sassuolo, Udinese, la Turchia, il Brighton e il Watford si erano fatte avanti per lui, ma niente, ha voluto rimanere a Firenze a giocarsi le sue carte, nonostante l’arrivo di Thereau. Fino alla fine di questo mercato si è parlato di Babacar lontano da Firenze, ma poi Pioli lo ha riconfermato, offrendogli un posto da vice. Un ruolo che pur non essendo il migliore a cui si possa aspirare misura molto spesso la professionalità, il “farsi trovare sempre pronto” osannato da molti allenatori e Khouma così fa, aspetta la sua occasione e al primo pallone utile la butta dentro contro il Benevento. La sua tenacia aveva convinto Sousa ad affidargli il ruolo di titolare nella scorsa stagione, chissà che nel finale non possa trovare una maglia da titolare anche in questa Fiorentina, il suo contratto scade nel 2019 e quest’estate potrebbe fare gola a molti, intanto da domani potrebbe giocarsi le sue carte dal primo minuto e provare a convincere tutti con i suoi gol.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy