Pomeriggio alla Icardi per Facundo Colidio, il baby fenomeno che ha deciso la Supercoppa Primavera

Pomeriggio alla Icardi per Facundo Colidio, il baby fenomeno che ha deciso la Supercoppa Primavera

L’ex Boca assoluto protagonista del 2-1 tra Inter e Roma a San Siro

di Marco Garghentino, @marcogarghe

Prima volta indimenticabile in quel di San Siro per Facundo Colidio. Nella gara valida per la Supercoppa Primavera svoltasi nel pomeriggio al Meazza, l’attaccante argentino ha infatti segnato la decisiva doppietta che ha permesso all’Inter di mister Vecchi di superare per 2-1 la Roma, regalando ai nerazzurri il quarto trofeo nelle ultime quattro stagioni. Su quel manto erboso che solitamente è il terreno di caccia del connazionale Mauro Icardi, l’ex stellina del Boca Juniors ha prima portato in vantaggio l’Inter dopo poco più di 100 secondi dall’inizio del match e realizzato poi il definitivo 2-1 in rovesciata quasi allo scadere del secondo tempo supplementare (nel mezzo il momentaneo 1-1 di Marcucci; ndr), entrando così nei cuori dei tifosi della Beneamata.

SCUOLA BOCA Attaccante classe 2000 natio di Rafaela, Colidio ha mosso i primi passi nell’Atletico, club della sua città, dove è rimasto fino all’età di 11 anni, quando il Boca Jrs decise di portarlo a Buenos Aires. Ammaliati alcuni scouts Xeneizes grazie alle doti balistiche messe in mostra in occasione di un torneo giovanile a Cordoba, Colidio in casa Boca è stato paragonato fin da subito all’idolo della Bombonera Carlos Tevez, vedendosi così legare al proprio nome l’ingombrante etichetta di predestinato. Numero “9” dotato di piedi educati e di un’impressionante esplosività, l’ex Boca è passato all’Inter nell’estate del 2017 per 6 milioni, cifra di un certo peso pensando che si tratta solamente di un acquisto per la squadra Primavera. Decisivo nell’arrivo del giocatore a Milano il ruolo giocato nelle trattative da Javier Zanetti, mossosi in prima persona per convincere il presidente del Boca Angelici a snobbare le avances provenienti da Juve e Manchester City e a cedere quindi il giocatore all’Inter. Considerato in patria il prossimo crack del calcio Albiceleste, Colidio non ha però tradito le alte aspettative in maglia nerazzurra, facendosi trovare pronto negli appuntamenti importanti come quello di oggi in Supercoppa. La doppietta su un campo pesante come quello di San Siro è quindi solamente l’ennesima conferma di un grande talento e di un carattere importante per un giovane ragazzo che ora è pronto a bussare con forza alla porta della Prima Squadra.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy