Juventus, obiettivo rivoluzione a centrocampo

Juventus, obiettivo rivoluzione a centrocampo

Ringiovanire e migliorare, queste le parole d’ordine per costruire il centrocampo del futuro in casa bianconera

di Alex Pinna

La partita di Martedì contro il Tottenham ha lasciato molti interrogativi in casa Juventus. Non solo su quanto i bianconeri saranno in grado di tenere il passo su 3 fronti da quì al termine della stagione, viste le condizioni fisiche molto poco brillanti di numerosi interpreti, ma soprattutto sulla qualità tecnica del centrocampo, il reparto in maggiore crisi nel corso del match di Champions League. Orfana di Matuidi, la Juventus non è riuscita a trovare affidabilità in Khedira e Pjanic, sovrastati fisicamente e qualitativamente da Eriksen, Dier e Dembele. Poca qualità nel palleggio, poca sostanza, tanti errori e imprecisioni: il secondo tempo della gara di Torino per certi versi ha ricordato l’impotenza vista a Cardiff nel tenere il pallone e gestire il possesso.

Motivazioni che stanno portando la dirigenza bianconera a valutare una pesante campagna acquisti per rivoluzionare il centrocampo e fornire nuovi interpreti e nuove qualità. Emre Can, come noto già da tempo, è l’uomo chiave per gettare le basi del futuro; qualità e quantità, esperienza e carattere, il tedesco classe ’94 deve essere bloccato il prima possibile per garantirsi un profilo di altissimo livello europeo. Marotta e Paratici, ora, starebbero studiando un piano per portare anche Milinkovic-Savic a vestire la casacca bianconera. Il giocatore della Lazio è stato individuato come il secondo possibile grande “crack” della prossima campagna acquisti bianconera.

 

CHI LASCIA  Al momento, i nomi più caldi in partenza sono quelli di Sturaro ( seguito in Premier ), Khedira e Claudio Marchisio: per entrambi tentazione MLS, ma il futuro del “principino” è legato soprattutto alla permanenza o meno di Massimiliano Allegri sulla panchina della Juventus. Con ogni probabilità, però, sarà necessario un addio importante per finanziare le casse della società e investire con forza nel mercato: Alex Sandro potrebbe essere il profilo designato a lasciare Torino, con il Chelsea sempre alla finestra per strappare il terzino brasiliano alla “Vecchia Signora”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy