Mercato verso il Mondiale: Dybala croce e delizia Juve. L’Argentina lo snobba, il City lo corteggia

Mercato verso il Mondiale: Dybala croce e delizia Juve. L’Argentina lo snobba, il City lo corteggia

In vista del Mondiale estivo e del finale di stagione, si dibatte molto sul futuro e sulle potenzialità di Paulo Dybala

di Niccolò Maria Santi, @https://twitter.com/Niccolo_Santi

Il numero 10 è da sempre sinonimo di classe, carisma e magia nel mondo del calcio. Proprio per questo, in estate, la dirigenza della Juventus ha deciso di dare in eredità la maglia che fu di Sivori, Platini, Baggio e Del Piero a Dybala, seconda punta con le stigmate del campione. Nell’ultimo anno però, a causa di prestazioni altalenanti nei momenti decisivi, si dibatte molto sulle reali prospettive di crescita del ventiquattrenne di Laguna Larga. Paulo è in bilico tra una nazionale, quella argentina, che non lo ritiene “un top player”, citando Sampaoli, e il suo club che per ora non accetta le offerte faraoniche che potrebbero arrivare dall’estero (col Manchester City in prima linea).

Genesi del mito

Dybala è frutto dell’ennesima intuizione vincente di Zamparini, patron del Palermo, che nel 2012, seguendo i consigli dell’impresario sudamericano Gustavo Mascardi e battendo la concorrenza dell’Inter, ha acquistato la “Joya” per 11 milioni e 900mila euro. Alla seconda partita da titolare in A il gracile attaccante cresciuto nell’Instituto Atlético Central Córdoba ha portato i siciliani alla vittoria contro la Sampdoria. Ma è nella stagione successiva, in Serie B, che il suo mancino ha dispensato classe e gol ai tifosi siculi contribuendo al ritorno nella massima Serie dove, nel 2014/15, si è consacrato come talento assoluto. I suoi 21 gol e 16 assist in 93 presenze hanno convinto la Juventus a puntare sul gioiello classe ’93 con ben 40 milioni di euro, battendo la concorrenza dell’Inter di Mancini, permettendogli di maturare al fianco di grandi campioni e di guadagnarsi anche il 14 ottobre 2015 la sua prima convocazione in nazionale albiceleste. La sua capacità di dare del “tu” al pallone è lampante e lo manifestano i 67 gol e 24 assist messi a segno in 132 presenze con la maglia della “vecchia Signora”. Altrettanto considerevoli sono però gli errori decisivi commessi nella finale di Supercoppa Italiana a Doha nel 2016, l’impalpabile prestazione nella finale di Cardiff della scorsa stagione e l’immatura espulsione una settimana fa nell’andata chiave dei quarti di Champions, sempre contro il Real Madrid.

Russia 2018
“Pensavamo che Paulo Dybala fosse un giocatore top. L’ho convocato sempre, tranne in questo giro, vedremo se c’è qualcuno che dimostrerà di essere migliore di lui”. Queste la lapidaria dichiarazione del C.T. Sampaoli che al momento non intende coinvolgere Dybala nelle amichevoli pre-Mondiali. Chissà se dopo il 6-1 subito dalla Spagna cambierà idea. Certo è che ad oggi nel reparto offensivo sono preferiti Higuain, Messi, Aguero, Martinez e Perotti. Paulo, con le sue sole 12 presenze in nazionale prive di gol e lampi, sembra fermamente escluso.

Re o reietto del mercato?

In estate i bianconeri sembrano aver rifiutato un’offerta da 100 milioni di euro. Il Barcellona, in questi anni, ha più volte cercato il talento argentino senza però riuscire mai a portare a buon fine la trattativa, anche a causa di precise gerarchie nella rosa catalana da non sfaldare. Ad oggi il valore reale del calciatore, il cui contratto con la Juve scadrà nel 2022, si aggira intorno ai 150 milioni di euro, cifra di molto superiore a quella di 4 anni fa. Una crescita esponenziale che, qualora il club di via Druento decidesse di mettere all’asta, porterebbe un ingente guadagno da reinvestire nel mercato. Il patron del Manchester City, Khaldoon Khalifa Al Mubarak, ha già il portafoglio in mano pronto a soddisfare qualsiasi richiesta bianconera e del giocatore. Per la “Joya” sarebbe pronto un quinquennale da 18 milioni di euro per convincerlo a splendere all’ombra dell’Etihad Stadium. La domanda sorge spontanea: quanto è giusto puntare ancora sulla crescita di Dybala?

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. rgpesent_780 - 1 anno fa

    150 milioni di euro, cifra 30 volte superiore a quella di 4 anni fa.
    150 milioni sono 30 volte x 40 milioni??????????????????????????

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy