Mercato verso il Mondiale: Suso lo guarda in tv? Clausola da soli 40 milioni: il Napoli e le big inglesi ci pensano…

Mercato verso il Mondiale: Suso lo guarda in tv? Clausola da soli 40 milioni: il Napoli e le big inglesi ci pensano…

In vista del Mondiale e del finale di stagione tiene banco il futuro del numero 8 milanista

di Niccolò Maria Santi, @https://twitter.com/Niccolo_Santi

Il trequartista è il rifinitore della squadra, colui che, facendo sfoggio dei suoi piedi educati e della sua visione geometrica del gioco, instrada gli attaccanti verso la porta con il solo compito di far gol. Jesús Joaquín Fernández Sáez de la Torre, per tutti Suso, è molto di più. E’ un’ala nata sulla trequarti ma che sa volare sul fronte offensivo, da una fascia all’altra, dispensando numerosi assist senza perdere il vizio del gol. Il calciatore, 100% spagnolo ma con tocchi da brasiliano, ha fatto innamorare i tifosi del Milan che adesso temono la corte dei top club europei che sono pronti a pagare la golosa clausola rescissoria pur di acquisirne le gesta. E la Spagna potrà farne a meno in chiave Mondiale?

L’ESPLOSIONE 

23 settembre 2012, Liverpool 1 – Manchester United 2. Fin dai suoi primi calci al pallone in quell’amara sconfitta si è capito quanto l’iberico incarni a pieno la verve dei suoi conterranei senza tralasciarne la raffinatezza. Il suo talento non ha tardato a sbocciare proprio in Spagna, laddove i “Reds” l’hanno mandato in prestito per una stagione all’Almeria. Al suo ritorno in Inghilterra la “Kop” non ha potuto però gustarsi i suoi progressi a causa di alcuni problemi fisici. Pertanto, a gennaio del 2016, il Milan l’ha acquisito per meno di un milione (era a scadenza con i Reds) per poi girarlo in prestito di 6 mesi al Genoa, laddove in 19 luminose presenze ha realizzato 6 gol e 2 assist.

IDOLO ROSSONERO

Proprio al Meazza il suo sinistro si è consacrato, anche grazie all’intuizione di Montella che lo ha fin da subito impiegato come ala destra responsabilizzandolo sia in fase offensiva che difensiva. Divenuto l’idolo della tifoseria grazie a una doppietta nel Derby, costatagli un ritorno a piedi dallo stadio a Milanello in conseguenza di una scommessa, oggi è più che mai un uomo fondamentale nello scacchiere di Gattuso grazie anche ai 15 gol e ben 24 assist in sole 90 presenze.

NIENTE RUSSIA? 

Si sa che la penisola iberica è fucina di talenti calcistici che vanno a rimpinguare la già folta rosa della “roja” vincitrice di un Mondiale e tre Europei. In questa compagine però non sembra trovar spazio il ventiquattrenne di Algeciras che, fino al 2013, si è distinto brillantemente nelle nazionali giovanili vincendo anche un Europeo in Estonia nel 2012. In prima squadra ha però esordito soltanto a novembre 2017, in amichevole contro la Russia, a dimostrazione di quanto il C.T. Lopetegui, fino ad oggi, non abbia creduto molto sull’esile funambolo. Ciò fa pensare che difficilmente sarà presente al Campionato del Mondo estivo.

ASTA 

Il mancino, la scorsa estate, ha rifiutato il passaggio all’altra sponda del Naviglio laddove lo aspettava l’Inter dopo lunghi corteggiamenti. Anche Fiorentina, Tottenham e Roma avevano mostrato grande interesse. A settembre, il Milan ha preferito blindarlo con un contratto fino al 2022 con un ingaggio da 3 milioni di euro a stagione. Nell’accordo è stata anche inserita una clausola rescissoria di soli 40 milioni di euro. Il Napoli sembrerebbe più che mai interessato a pagare la clausola, ma attenzione al Tottenham e al ritorno di fiamma del Liverpool. La stampa d’oltremanica parla di una proposta faraonica da parte dei “Reds” da 8 milioni di euro all’anno, premi esclusi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy