Prima presenza in Champions per Antonucci. Il baby giallorosso che si ispira a Neymar

Prima presenza in Champions per Antonucci. Il baby giallorosso che si ispira a Neymar

Gioia europea per Antonucci: il classe ’99 colleziona la prima presenza in Champions

di Giovanni Benvenuto, @giovibenvenuto

Una notte amara per la Roma, ma indimenticabile per Mirko Antonucci. Il classe ’99, dopo due gettoni in Serie A, ottiene anche la prima presenza in Champions contro i Reds di Klopp. Dopo l’exploit in Primavera la stellina giallorossa era ad un passo dallo United, ma Monchi è corso subito ai ripari blindandolo per il futuro.

LA SUA STORIA – Antonucci, dopo la trafila con l’Atletico 2000, passa alla Roma nonostante l’interesse insistente dell’Inter, quest’ultima disposta a pagare il doppio per assicurarselo. Il presidente Santopadre però lo consegna ai giallorossi e Mirko non delude le aspettative bruciando le tappe e conquistando tre scudetti consecutivi (compresi quelli delle categorie inferiori). In passato si è guadagnato l’attenzione di un club blasonato come il Manchester United, ma la Roma non ha perso tempo facendogli firmare il primo contratto da professionista. Esterno, ama spaziare su tutto il fronte offensivo per non dare punti di riferimento alle retroguardie avversarie. Nel primo match di A ha sfiorato anche la rete e successivamente ha firmato l’assist a Dzeko per l’1-1 contro la Samp ripagando la fiducia di Di Francesco, quest’ultimo criticato per aver schierato un giovane sconosciuto a partita in corso. Ieri sera un altro tassello: Mirko scende in campo in Europa contro il Liverpool raggiungendo l’obiettivo dell’esordio in Champions. Lui ha sempre avuto come idolo Neymar e spera di poter ricalcare le sue orme ma con la maglia giallorossa, quella sognata fin da bambino.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy