Roma, Schick e Defrel (s)oggetti misteriosi: 63 milioni spesi e solo due gol all’attivo

Roma, Schick e Defrel (s)oggetti misteriosi: 63 milioni spesi e solo due gol all’attivo

Operazioni ‘flop’ per il d.s Monchi

di Oscar Maresca

Non un momento felice per la Roma. Due sconfitte nelle ultime due per i giallorossi, fra Champions League e campionato, e l’attacco di Di Francesco che non gira. Dzeko segna molto meno rispetto alla scorsa stagione (finora 13 gol in A, ben 19 invece quelli segnati lo scorso anno a questo punto del campionato), Perotti sembra non essere così tanto incisivo (solo 6 reti stagionali), El Shaarawy convince ma non troppo e Schick e Defrel (s)oggetti misteriosi. Under è invece la rivelazione del momento con 4 reti nelle ultime 4. Il turco è stato però l’affare meno costoso dei tre attaccanti giallorossi arrivati in estate: 13 milioni per prelevarlo dal Basaksehir. Bazzecole in confronto ai circa 40 milioni per il colpo Schick e i 23 pagati al Sassuolo per Defrel. In totale ben 63 milioni per due attaccanti, che insieme hanno totalizzato trenta presenze fra campionato e coppe (quasi tutte da subentrati) e segnato solo un gol per parte. Tanti acciacchi e poca incisività finora. Un investimento davvero ingente per le casse della Roma, operato dal d.s Monchi, e che finora non ha dato i frutti sperati. La squadra giallorossa lotta per il terzo posto in campionato e proverà ad agguantare la qualificazione ai quarti di Champions League. Nelle prossime gare servirà l’apporto di tutti per centrare l’obiettivo stagionale primario: la qualificazione in Europa. Schick e Defrel sono avvisati, così come tutti i compagni. La Roma ha bisogno dei suoi giocatori.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy